ospiti - Reunion

Vai ai contenuti

Menu principale:

ospiti

 Sono stati con noi:
Ross Mullan noto soprattutto per aver interpretato il White Walker ne' "Il Trono di Spade" della HBO, nella seconda e quarta stagione. È apparso nei panni del Silenzio nell'episodio "Il tempo del Dottore", di un pericoloso criminale alieno, Il veggente, nell'episodio "Rapina Temporale" e come Spettro dei chiostri nell'episodio "Piegato dall'inferno" della serie Doctor Who. Ha recitato anche nel film del 2010 Clash of the Titans e di recente in Sharknado 5.

Ross Mullan, (nato il 5 gennaio 1967) è un attore e burattinaio canadese-britannico, cresciuto a Montreal, dove ha frequentato il Children's Theatre nel West End. Successivamente ha frequentato il programma teatrale del John Abbott College e poi quello della Ryerson University.
Dopo aver completato l'Università si è trasferito a Ottawa e ha lavorato presso il teatro Oddyssey sviluppando abilità nel teatro di maschere e di movimento dei burattini.
Mullan si è trasferito nel Regno Unito per un capriccio dopo esserci andato in vacanza. Ha immediatamente iniziato a fare tournée con compagnie teatrali di tutta Europa, Medio Oriente e Asia, producendo i musical David Copperfield, Gulliver's Travels e Sherlock Holmes. In seguito è passato alla televisione facendo il burattinaio per uno spettacolo chiamato Dinotopia, il dipartimento degli effetti voleva che qualcuno animasse un dinosauro e lo facesse muovere come una persona.
Ross ha anche interpretato il ruolo principale del Gigante egoista per Leicester Haymarket Theatre e ha portato l'acclamata commedia Thick dal festival di Edimburgo a New York City con spettacoli esauriti.
Ross ha interpretato il ruolo di "“Aspiranumeri” nello show animato per bambini, I Numerotti. L’Aspiranumeri (in originale The Numbertaker) è una parodia di The Undertaker, ed è un personaggio dal vivo

È anche la voce di Nev the Bear su Bear Behaving Badly della CBBC.
Dal 2018 insegna animazione all'università per le arti creative, a Farnham.
Giulia Santilli, è un’attrice e doppiatrice italiana, nata a Roma il 30 giugno 1988. Si è diplomata nel 2009, a soli 21 anni, all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio D'Amico, sostenendo il ruolo di Titania ne “Il Sogno d'una notte d'estate” di Shakespeare, per la regia di Carlo Cecchi.

Ha lavorato nella The Kitchen Company per quattro anni, facendo vari ruoli in diverse commedie inglesi e francesi, in tour lungo tutta l’Italia, per poi tornare stabile su Roma e cominciare un percorso di lavoro con Matteo Tarasco, regista e drammaturgo. Insieme portano in scena: “Gli abiti del male” e “Iliade”.
Da tre anni è entrata nel mondo del doppiaggio, senza però mai lasciare il teatro. Infatti ora ha tre progetti teatrali su cui sta lavorando: “Ci chiamarono tutti Alda”, scritto da Fabio Appetito, spettacolo da cui è stato fatto un progetto fotografico da Emanuele Bencivenga; “Frida Kahlo”, diretto da Alessandro Prete; “Anna”, testo inedito, ancora da completare.

Ha una pagina professionale su Facebook Giulia Santilli Attrice, totalmente autogestita, con diversi follower e visualizzazioni.

Spulciando la pagina a lei dedicata ne Il mondo dei doppiatori di Antonio Genna, vediamo che al cinema ha prestato la voce a Billie Lourd in "Star Wars - Gli ultimi Jedi" (Ten. Connix), Poppy Delevigne in “Kingsman: il cerchio d’oro” (Clara Von Gluckfberg), Ronny Merhavi in “Un appuntamento per la sposa” (Feige), Ingrid Bisu in “Vi presento Toni Erdmann”, Alexandra Roach in "Il Cacciatore e la Regina di Ghiaccio" (Doreena), mentre nel cinema d'animazione ha lavorato a "L'era glaciale - In rotta di collisione" (Voce di Gertie), "Lego Batman - Il film" (Voce di Phyllis), "Cars 3" (Voce di Sweet Tea) e in "Mazinga Z: Infinity" (Voce di Jun Hono).
In tv l'abbiamo conosciuta per aver doppiato Mary Wiseman in "Star Trek: Discovery" (Sylvia Tilly), ma possiamo riconoscere la sua voce anche quando doppia Clara Alvarado in "La casa di carta" (Ariadna), Sian Reese Williams in “Requiem” (Trudy), Lyen Gardner in "Luke Cage" (Megan Dawn), Eva Rami in “La mia vendetta” (Fiona Grimaud)

È una Ironman Finisher (long distance di triathlon).
 
Torna ai contenuti | Torna al menu