Ott 25 2011

Inside Star Trek Magazine 154

Copertina Inside Star Trek Magazine 154Il nuovo numero di Inside Star Trek Magazine è stato mandato in stampa ed entro pochi giorni sarà spedito agli iscritti! Particolarmente ricco di articoli che spaziano in tutto l’universo della saga, segnaliamo tra le altre cose:

“I capitani”
La recensione dello spettacolare documentario che William Shatner ha realizzato intervistando i suoi “colleghi” attori, intepreti della figura centrale di ciascuna serie di Star Trek. Chiacchierando con loro dell’esperienza sul set e della loro vita privata, l’originale capitano Kirk scopre aneddoti e curiosità davvero interessanti.

“Intervista a William Shatner”
Affascinante “postilla” dell’articolo precedente, stavolta è Kirk a rispondere alle domande, su Star Trek, sulla sua carriera e sulle cose che sta preparando… perché a 80 anni non ha intenzione di fermarsi!

“Klingon Hertzler”
L’interprete del Generale Martok ha voluto essere ospite della STICCON per la quarta volta e in questo resoconto vi raccontiamo una piccola parte delle sue prodezze.

“Wolf 359”
Uno dei luoghi simbolo della lotta tra Federazione e Borg è in realtà una nana rossa che porta il nome del suo scopritore. Tra la finzione di Star Trek e la realtà del cosmo, leggerete tutto quello che c’è da sapere sulla stella.

“Partorire nello spazio”
Un momento dolce e terribile allo stesso tempo, che nella saga di Star Trek è stato spesso vissuto sullo sfondo di battaglie e catastrofi. In questo articolo entriamo nelle sale parto a conoscere tutte le puerpere della saga.

“Hal Sutherland e la serie animata”
Uno dei fautori dell’unica Serie Classica ad avere vinto un Emmy per la migliore serie per ragazzi nel 1973 racconta la sua vita e la sua avventura insieme a Kirk, Spock e McCoy in versione animata!

Cliccando il link qui sotto potete sfogliare alcune pagine in anteprima!

[important]CLICCA QUI PER SFOGLIARE IN ANTEPRIMA ALCUNE PAGINE DEL NUMERO 154[/important]

 

 

Ott 23 2011

Vota il tuo preferito di Star Trek

QuestionarioÈ passato un po’ di tempo da quando abbiamo pubblicato sulle pagine di Inside Star Trek Magazine i risultati di un sondaggio sulle preferenze degli appassionati italiani di Star Trek… Dopo l’avvento del nuovo film e la ripetuta trasmissione in TV (in chiaro e via satellite) delle nostre serie, è cambiato qualcosa nel panorama dei favoriti dei fan di casa nostra? È giunto il momento di esprimere le vostre preferenze riguardo a ciò che amate della saga di Star Trek! Iniziamo con quattro sondaggi “base” che ci permetteranno di capire se è cambiato qualcosa nel corso degli anni. Se avete qualche suggerimento per i prossimi sondaggi, fatecelo sapere!

 

I primi due sondaggi riguardano le serie TV e i film cinematografici. A chi andrà la palma del migliore?

Qual è la tua serie di Star Trek preferita?

  • The Next Generation (33%, 209 Votes)
  • Serie Classica (25%, 161 Votes)
  • Voyager (17%, 108 Votes)
  • Deep Space Nine (15%, 92 Votes)
  • Enterprise (10%, 64 Votes)

Totale Votanti: 635

Loading ... Loading ...

Qual è il tuo film preferito?

  • Star Trek VIII: Primo Contatto (29%, 177 Votes)
  • Star Trek IV: Rotta verso la Terra (18%, 110 Votes)
  • Star Trek II : L'ira di Khan (11%, 69 Votes)
  • Star Trek XI (2009) (10%, 64 Votes)
  • Star Trek - The Motion Picture (9%, 55 Votes)
  • Star Trek VII: Generazioni (7%, 44 Votes)
  • Star Trek VI: Rotta verso l'ignoto (7%, 44 Votes)
  • Star Trek X: La nemesi (4%, 24 Votes)
  • Star Trek III: Alla ricerca di Spock (3%, 19 Votes)
  • Star Trek IX: L'insurrezione (2%, 10 Votes)
  • Star Trek V: L'ultima frontiera (0%, 3 Votes)

Totale Votanti: 619

Loading ... Loading ...

Al comando di navi stellari e stazioni spaziali ci sono uomini e donne dall’indomito coraggio e dalla grande esperienza. Chi preferite tra i capitani?

Qual è il tuo capitano preferito?

  • Jean-Luc Picard (37%, 234 Votes)
  • James T. Kirk (originale) (33%, 207 Votes)
  • Kathryn Janeway (11%, 72 Votes)
  • Jonathan Archer (11%, 70 Votes)
  • Benjamin Sisko (6%, 39 Votes)
  • James T. Kirk (film 2009) (1%, 9 Votes)

Totale Votanti: 631

Loading ... Loading ...

Infine (almeno per questa volta) scegliete i vostri alieni preferiti tra coloro che hanno prestato servizio sulle navi stellari della Federazione e tra chi ha scelto di essere alleato o avversario! La diversità dell’universo di Star Trek è così tanta che abbiamo dovuto limitarci alle razze più prominenti, ma se nell’elenco non c’è la vostra, potrete sempre votare “altro” e segnalarcela nei commenti!

Qual è la tua specie aliena di Star Trek preferita?

  • Vulcaniani (35%, 220 Votes)
  • Klingon (18%, 116 Votes)
  • Borg (12%, 76 Votes)
  • Q (11%, 69 Votes)
  • Romulani (5%, 29 Votes)
  • Betazoidi (3%, 19 Votes)
  • Bajoriani (3%, 18 Votes)
  • Andoriani (3%, 17 Votes)
  • Trill (3%, 17 Votes)
  • Altro (2%, 13 Votes)
  • Ferengi (2%, 12 Votes)
  • Cardassiani (2%, 12 Votes)
  • Talassiani (1%, 7 Votes)
  • Cambianti (1%, 5 Votes)

Totale Votanti: 630

Loading ... Loading ...

 

 

Ott 22 2011

Mira Furlan alla Reunion VII 2011

Mira FurlanManca poco più di un mese alla prossima Reunion e un nuovo ospite si aggiunge a Ethan Phillips: si tratta dell’affascinante Mira Furlan, nota agli appassionati di fantascienza per avere interpretato Delenn in Babylon 5 e conosciuta anche dai fan di Lost per il suo ruolo di Danielle Rousseau sull’isola più famosa della televisione. L’attrice sarà con noi dal 25 al 27 novembre a Montecatini Terme per incontrare gli appassionati. Per informazioni sulla Reunion e prelevare la scheda di iscrizione andate qui.

 

Ott 19 2011

Anteprima Inside Star Trek Magazine 154 – La copertina

Copertina ISTM 154Il nuovo numero di Inside Star Trek Magazine è andato in stampa e noi vi proponiamo la copertina in anteprima! Realizzata dal nostro cover artist Marco Paulli, questa volta è ispirata allo stile di Drew Struzan, noto soprattutto per la realizzazione di famosissime locandine di film (citiamo tra tutti Blade Runner, Indiana Jones, Ritorno al Futuro e Harry Potter). Nei prossimi giorni scoprirete ulteriori dettagli sui contenuti di questo numero!

 

 

 

Ott 01 2011

Star Trek Online in italiano?

Star Trek OnlineContinuano le novità nel mondo di Star Trek Online. Mentre gli sviluppatori preparano l’imminente apertura del server dove sarà testata la versione del gioco che sarà lanciata in occasione della conversione al modello “gratuito”, una notizia sorprendente ha colpito la community: il produttore esecutivo Daniel Stahl lascia i Cryptic Studios e il progetto. Per fugare ogni possibile dietrologia, lo stesso Stahl ha dato l’annuncio alcuni giorni prima della sua partenza rilasciando diverse interviste e chiarendo i motivi di questa decisione. Nell’ambito di una di queste interviste, rilasciata alla radio on line Trek Radio nel suo ultimo giorno in Cryptic, Stahl ha parlato degli sviluppi che avrà il gioco nei prossimi mesi in base a quanto discusso in precedenza con Perfect World Entertainment, la nuova proprietà di Cryptic Studios. Uno degli aspetti su cui PWE intende investire sono le localizzazioni del gioco, come ha dichiarato Stahl nell’intervista:

 Trek Radio: Diamo un’occhiata al futuro. Ovviamente il primo grande annuncio arrivato dopo l’acquisizione da parte dei Perfect Studios è stato che il gioco sarebbe diventato gratuito. I Perfect Studios hanno una forte presenza nei mercati orientali, sono molto presenti in Asia, quindi quali sono le altre cose che vogliono aggiungere a Star Trek Online? Che cosa ci riserva il menu per, diciamo, i prossimi tre/sei mesi? Ammesso che tu sappia qualcosa…

Stahl: Certo che lo so. Insomma, è stato un argomento di discussione da diverso tempo ormai, perché abbiamo spesso parlato di come questo gioco dovrebbe diventare e di come possiamo espanderlo in altri mercati. Saranno fatti degli sforzi per poter ri-localizzare il gioco e farlo arrivare in mercati in cui tradizionalmente non siamo mai andati, e per farlo ci vorrà qualcosa… diversi aspetti che migliorino il gioco. Ovviamente abbiamo avuto parecchie difficoltà nella localizzazione con il nostro precedente editore, Atari, ma la Perfect World crede fortemente nella localizzazione. Hanno i loro gruppi di localizzazione interni, quindi questo è uno dei miglioramenti più grandi che vedrete in futuro: una versione completamente localizzata di Star Trek che arriverà nel 2012, specialmente per le lingue EFIGS…”

Quindi è probabile che ci si possa aspettare, entro l’anno prossimo, una versione del gioco per le lingue “EFIGS” (inglese, francese, italiano, tedesco e spagnolo). Certo, gli sviluppi in questa direzione sarebbero interessantissimi, e vi terremo aggiornati sull’argomento.

Una nota a margine relativamente a quanto dichiarato da Stahl sulla sua partenza: si tratta di una scelta fatta prevalentemente nell’ambito delle sue aspirazioni professionali e personali. Da anni forte sostenitore dei progetti di gioco “sociale”, la sua partenza da Cryptic è alla volta di Zinga (la software house di maggiore successo nel settore, produttrice di titoli quali FarmVille e CityVille) e dei suoi uffici a San Francisco (dove lavora la fidanzata di Stahl). Va notato che questa non è la prima volta che STO cambia produttore esecutivo: già un anno fa il precedente responsabile, Craig Zinkievich, aveva lasciato il progetto e la software house, per farvi poi ritorno dopo sei mesi… quindi nella comunità dei giocatori qualcuno incrocia le dita sperando in un prossimo ritorno del produttore esecutivo sotto la cui guida STO è cresciuto di più. Nel frattempo, i Cryptic Studios hanno annunciato di aver cominciato a cercare un nuovo produttore esecutivo e hanno assegnato l’incarico ad interim a Stephen D’Angelo, precedentemente capo dei programmatori di Cryptic e responsabile operativo… e fan sfegatato, a giudicare dalla quantità di modellini di navi Trek che ci sarebbero nel suo ufficio, in base a quanto dichiarato da alcuni degli altri sviluppatori.

 

Set 29 2011

Star Trek The Next Generation in Blu-ray

Il cofanetto dei primi blu-ray di TNGVentiquattro anni fa cominciavano le avventure di Star Trek nel ventiquattresimo secolo. Evidentemente è parso adattissimo questo giorno per dare l’annuncio ufficiale che moltissimi appassionati stavano aspettando. Dopo numerose voci, oggi è stata dunque data la notizia che anche The Next Generation verrà rimasterizzata in alta definizione, anche se – essendo 178 gli episodi (un centinaio in più della Serie Classica) – non potremo certo aspettarci di collezionarli tutti in breve tempo. Inoltre, paradossalmente, la rimasterizzazione della Serie Classica è stata più facile… TNG, infatti, per poter realizzare ogni settimana i numerosi (molti più di quelli della Serie Classica) effetti visivi, sfruttò una nuova (all’epoca) tecnologia che permetteva di realizzare ottimi effetti in video (non su pellicola, come per la serie di Kirk), veloci da fare e relativamente poco costosi, ma con una risoluzione decisamente bassa, adatta comunque ai televisori dell’epoca. Grazie a questa tecnologia era possibile “mischiare” riprese dal vivo ed effetti, come ad esempio quando gli ufficiali di plancia parlano allo schermo visore nella stessa inquadratura (avete mai notato, ad esempio, che quando appare uno schermo nella Serie Classica non c’è mai nessun attore che vi si sovrappone?). Quegli effetti dovranno venire “separati” dalle riprese dal vivo, ricostruiti (come è successo per la Serie Classica) e poi rimessi insieme, cosa che si preannuncia lunghissima. Nonostante le difficoltà tecniche, comunque, il lavoro è cominciato con la consulenza di Denise e Mike Okuda e il prossimo gennaio è dunque prevista l’uscita negli USA del primo cofanetto in alta definizione con tre episodi: “Incontro a Farpoint”, il pilota che ha dato il via a tutto, trasmesso proprio oggi 24 anni fa negli Stati Uniti, “I peccati del padre” (della terza stagione), vincitore dell’Emmy per le migliori scenografie, e “Una vita per ricordare”, vincitore dell’Hugo Award. Per poter apprezzare meglio il lavoro di rimasterizzazione di TNG, qui sotto vi proponiamo due immagini dell’Enterprise-D tratte dalla sigla di TNG: la prima è quella trasmessa in TV e disponibile nei DVD, che abbiamo “ingrandito” fino a portarla alle misure dell’alta definizione, la seconda è quella che si vedrà in blu-ray. Come per la Serie Classica, anche per TNG sarà finalmente il caso di dire che la vedremo… come non l’abbiamo mai vista prima!

Qui è possibile vedere l’annuncio sul sito ufficiale e un video promozionale del blu-ray.

 

L'Enterprise-D che si vede attualmente in TV e nei DVD

L'Enterprise-D che si vede attualmente in TV e nei DVD

L'Enterprise-D come si vedrà nei Blu-ray

L'Enterprise-D come si vedrà nei Blu-ray


 

 

 

 

 

 

 

Set 14 2011

J.J. Abrams dirigerà il nuovo Star Trek

J.J. Abrams e il cast del suo primo Star TrekPoche ore fa il sito Vulture ha riportato quanto segue:

Vulture può confermare che J.J. Abrams si è finalmente impegnato a dirigere Star Trek 2. Addetti ai lavori che sono a conoscenza dei piani del regista ci hanno riferito che la pre-produzione è in corso, che lo script sarà finito entro la fine del mese e che Abrams inizierà le riprese questo inverno.

Mentre in molti immaginavano che avrebbe diretto il seguito del suo successo del 2009, in realtà Abrams non aveva mai fornito una data per il progetto o confermato che sarebbe stato il regista. A luglio erano spuntate voci in rete sul fatto che Abrams “stava impegnandosi” per dirigere il sequel (che, naturalmente, è internettiano per “non si è ancora impegnato”), ma il suo ritardo ha spinto una nervosa Paramount Pictures ad assegnare la data di uscita del giugno 2012 al seguito di G.I. Joe.

Parte dell’attesa è dovuta al fatto che Alex Kurtzman, che ha scritto il primo Star Trek di Abrams con Roberto “Bob” Orci, è stato impegnato con Welcome to People, il suo debutto alla regia alla DreamWorks Pictures. Ci è stato detto che Kurtzman, ora che ha finito con quell’impegno, è tornato nel suo ufficio e il team è pronto a lavorare.

L’articolo originale può essere letto qui.

 

Set 10 2011

Lo STIC visita l’osservatorio “N. Copernico”

Stazione JupiterLa STICCON ospita da tempo conferenze a tema scientifico e tecnologico, ma la grande novità della STICCON XXV 2011 è stata il workshop scientifico tenuto nella “Stazione Jupiter”, interamente dedicata alla scienza e al connubio scienza-fantascienza, con incontri, eventi, dibattiti ed esperimenti. Uno dei relatori è stato Gian Franco Lollino, dell’Osservatorio “N. Copernico” di Saludecio (RN), e in una calda notte estiva la nave dello STIC U.S.S. Malatesta ha fatto visita all’osservatorio approfittando dell’occasione per fare qualche domanda al dottor Lollino… Qui sotto potete vedere il video dell’intervista.

 

Set 08 2011

45 anni fa cominciava la saga di Star Trek: ecco come

L'equipaggio della Serie Classica“Una carovana nello spazio”. Così venne descritto Star Trek ai dirigenti televisivi per spiegare loro l’atmosfera di esplorazione e cameratismo che la serie avrebbe mostrato agli spettatori. Sono passati quarantacinque anni dal giorno della messa in onda del primo episodio di Star Trek, ma quell’8 settembre 1966 non sembra appartenere al passato.
Star Trek è vivo e attuale oggi come allora, con la sua filosofia, le sue “morali della favola”, i suoi immortali personaggi e le sue variegate storie, allegorie del presente che davano speranza nel futuro. Le immortali icone che ci ha presentato in questi decenni fanno ormai parte dell’immaginario collettivo, e se l’Enterprise e il teletrasporto appartengono ancora all’immaginazione futura, il comunicatore è diventato parte della nostra realtà quotidiana così come moltissimi altri “gadget” inventati all’epoca.
Come tutti sappiamo, la Serie Classica di Star Trek ha vissuto per sole tre stagioni, lottando con ascolti che non ne facevano certo un successo… Eppure oggi è fresca e vitale come allora, quasi impermeabile ai segni del tempo, pietra di paragone e colonna imprescindibile di ciò che oggi chiamiamo fantascienza.
Buon compleanno, dunque, a Star Trek, e l’augurio che possiamo fare non è altro che la frase forse più conosciuta dell’intera sua mitologia: “Lunga Vita e Prosperità!”

Copertina di "La creazione di Star Trek"E come regalo di compleanno a tutti gli appassionati abbiamo pensato di tornare indietro nel tempo, a quei primi momenti della produzione, quando ancora nessuno poteva immaginare che la serie TV che si stavano accingendo a mandare in onda sarebbe durata 45 anni! Vi proponiamo un capitolo del famoso libro “La creazione di Star Trek”, scritto dal creatore della saga in persona, Gene Roddenberry, insieme al giornalista Stephen E. Whitfield. Siamo nel 1966, dopo che il primo episodio pilota (con Jeffrey Hunter nei panni di Pike) era stato rifiutato, mentre il secondo episodio pilota con William Shatner e il suo capitano Kirk era stato accettato. Il via alla serie regolare era stato appena dato e l’avventura della produzione cominciava sul serio. In queste pagine troverete il resoconto dei piccoli e grandi problemi che Roddenberry e i suoi collaboratori affrontarono: dallo spostamento dei set al nome dei Vulcaniani, dal budget ridottissimo ai suggerimenti di Shatner.

E se l’argomento vi stuzzica, potrete ampliarlo immergendovi nelle oltre 300 pagine di storia della saga procurandovi “La creazione di Star Trek”, disponibile – in occasione di questo 45° anniversario – a 7,50 euro visitando il negozio Ultimo Avamposto di Bologna.

 

[important]CLICCA QUI PER LEGGERE UN CAPITOLO DE “LA CREAZIONE DI STAR TREK”![/important]

 

Set 02 2011

Chiusa in anticipo la mostra tedesca di Star Trek

La mostra tedesca di Star TrekInaugurata a Babelsberg il 1° maggio scorso con l’intento di rimanere aperta fino al 31 ottobre 2011, la mostra di Star Trek ha chiuso anticipatamente il 15 agosto scorso. La segnalazione ci è arrivata da Stefano Saldarelli, che in una nota su Facebook racconta la sua disavventura tedesca. Giunto in loco, infatti, si è trovato un cartello (esclusivamente in tedesco) che diceva:

Cara visitatrice, caro visitatore, la MOSTRA DI STAR TREK si è conclusa il 14 agosto. La mostra, che esponeva materiale originale degli ultimi 45 anni di Star Trek e dell’ultimo film, poteva essere visitata dal 1° maggio al 14 agosto nella sala Caligari del parco Babelsberg. A causa di differenze inconciliabili con i nostri partner contrattuali la mostra è stata terminata anticipatamente. I biglietti di ingresso alla mostra già acquistati in prevendita per visite dopo il 14 agosto possono essere restituiti alla cassa della prevendita direttamente il giorno stesso della visita oppure permutati, senza alcun costo supplementare, in un biglietto di ingresso al parco Babelberg.”

Stefano commenta così il momento in cui si è ritrovato di fronte il cartello:

Immaginatevi due fan di Star Trek che in pieno agosto partono da Prato per Babelsberg (vicino Berlino) per andare a visitare la mostra su Star Trek… Ecco… immaginatevi, dopo il viaggio, le spese, la camminata di quasi 2 km dalla stazione della “ridente cittadina” sopra citata al parco Film Park (dove ci doveva essere la mostra) di arrivare a destinazione e trovare la mostra ANNULLATA! Addirittura 2 mesi e mezzo prima della data prevista (31 Ottobre). Ecco, quelli siamo io e la mia compagna… [Il cartello] è stato il “benvenuto” che abbiamo trovato all’ingresso del FilmPark di Babelsberg. Solo in tedesco. Rigorosamente in tedesco. All’ufficio informazioni del parco c’era una signora sulla settantina che parlava SOLO tedesco! Si è limitata a farci capire a cenni quello che già avevamo ampiamente compreso arrivando all’ingresso del parco. Mostra finish! Il bello è che sul sito web del parco fino a qualche giorno fa era tutto regolare. Fatto è che la mia compagna ed io prima di partire per Berlino abbiamo controllato tutto (ovviamente). La prenotazione del volo e dell’albergo l’abbiamo fatta il 6 agosto e la mostra è stata annullata il 14!

Il cartello di chiusura della mostra

Il cartello che attendeva gli ignari visitatori della Mostra di Star Trek a Babelsberg

Chi avesse intenzione di visitare la mostra, quindi, è avvertito!