Reunion XV – Giorno 1

L’ingresso alla Reunion, all’Hotel Mediterraneo di Riccione. Lasciate ogni speranza, o voi ch’entrate!

Buongiorno e ben ritrovati. Oggi è sabato, e forse è un giorno speciale. Oggi è sabato, meno male. Perché è il giorno in cui si va a fare la spesa! Ricordate: alla Unes c’è l’offerta speciale “4 x 5” dei lampascioni, e non voglio perdermela. Mentre invece alla Lidl vendono i carciofini a cinque centesimi (cioè a cinque centesimi in meno rispetto alle altre parti, e anche se ne spendi molti di più in benzina per arrivarci, è sempre un affarone!).
Ah, ma voi volete sapere. Voi amici a casa volete sapere di Riccione.
E in effetti questo è un servizio pubblico, e siamo qui per soddisfare la vostra curiosità.
Orbene, topolini in ascolto, la Reunion XV è nel piano del suo sviluppo, e ci stiamo preparando tutti per la grande giornata, piena di ospiti e di eventi; gli eventi si moltiplicano, stanno diventando etrenta, e prima che diventino equaranta ve li racconteremo tutti.

Il nostro megapresidente galattico, Nicola Vianello

Ieri, venerdì, la convention si è aperta alla presenza di un pubblico ancora ridotto, pochi ma buoni che hanno assistito all’inaugurazione da parte del nostro Nicola Vianello, presidente dello STIC-AL. E abbiamo subito dato il via alle danze con la tanto attesa (ma da parte di chi?) dell’ultimo capitolo dell’ultimo episodio di un nuovo classico della cinematografia mondiale. Sì, signori, noi ce l’avevamo: solo a Riccione, per la gioia degli spettatori in sala, avevamo “L’Ultimo Sharknado” (speriamo!). Chi non c’era ieri non l’ha visto e non sa cosa si è perso, beato lui! Chi è rimasto avrà per sempre la cornee segnate. (Ora mi chiedo cosa proietteremo l’anno prossimo. Si accettano suggerimenti, ma che si tratti di opere della stessa levatura, mi raccomando)

Nicola conferisce con la regia, ovvero con Marcello Rossi e Luigi Toscano (un bell’applauso, gente)

Angelo Strazzella conduce “Cyvasse”, il nostro mega-super-ultra quiz, quoz e quaz.

Venerdì è una giornata di riscaldamento, per entrare piano piano nello spirito delle cose, e anche quest’anno non ha fatto eccezione. Si chiacchera, si cazzeggia, si apprezza il piacere di ritrovarsi dopo sei mesi dall’ultima convention, e la comunità prende di nuovo forma, tra proiezioni, giochi e svacco totale sui divanetti dell’Hotel Mediterraneo. E’ il piacere di riunirsi, senza dover aspettare la prossima Starcon, la gioia di rivedersi e di stare di nuovo assieme a queste persone che sono la nostra famiglia, quella che ci siamo scelti. Dopo quindici anni siamo ancora qui.
E ci staremo ancora.
Ci risentiamo domani. Stesso bat-canale.

Carlo Recagno

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.