apr 03 2015

Annarita Guarnieri: la traduttrice con Star Trek nel sangue.

Una gradita presenza della quarantunesima Italcon, una delle manifestazioni che con YavinCon XII, STICCON XXIX e RadWhuno 10 partecipano alla StarCon al PalaCongressi di Bellaria – Igea Marina dal 29 aprile al 3 maggio 2015, è Annarita Guarnieri.

Annarita Guarnieri

Annarita Guarnieri

Molti la conoscono quale traduttrice specializzata in Fantascienza e Fantasy dalla lingua inglese che nella sua carriera lunga oltre trenta anni ha tradotto praticamente ogni autore rilevante nel campo del fantastico anglosassone, da Greg Bear a Joe Haldeman, da Robert E. Howard a Carolyn C. Cherryh fino a Marion Zimmer Bradley, Charlaine Harris, Lois McMasters Bujold, Ken Liu e moltissimi altri. Specializzata in cicli fantastici sue sono le traduzioni della Saga della Legione di Harry Turtledove, del complesso Ciclo di Helliconia di Brian W. Aldiss, della Saga del Pliocene e del Ciclo dell’Intervento di Julian May, condotte sempre con molta attenzione alla coerenza terminologica tra un episodio e l’altro dei cicli. È collaboratrice delle maggiori case editrici italiane nel campo del fantastico e alla sua attività di traduttrice dall’inglese affianca anche lavori di revisione su testi sia inglesi che italiani e collaborazioni con case editrici estere.

Molto meglio la conoscono i soci pionieri dello Star Trek Italian Club di cui Annarita è stata una dei membri fondatori.

Annarita Guarnieri è la seconda da sinistra in questa foto del 1993

Annarita Guarnieri è la seconda da sinistra in questa foto del 1993

Fatti raccontare da Annarita gli anni d’oro del fandom, vieni alla StarCon.

 

 

apr 02 2015

Lukha Kremo Baroncinj ospite alla StarCon 2015.

Ha ben tre identità l’ospite della Italcon 41 che vi presentiamo oggi: Lukha Kremo Baroncinj, Lukha B. Kremo o Gianluca Cremoni Baroncini (Livorno, 20 giugno 1970).

Lukha B. Kremo

Lukha B. Kremo

Personaggio eclettico e Laureato in Storia medievale comincia a scrivere fantascienza nel 1990, pubblicando racconti in varie antologie e riviste e alcuni romanzi tra i quali: Il Grande Tritacarne, Gli occhi dell’anti-Dio, finalista al premio Urania nel 2007 e Trans-Human Express, nuovamente finalista al premio Urania nel 2009. Partecipa a Supernova Express, antologia manifesto del Connettivismo. Ha fondato la Kipple Officina Libraria ed è condirettore della collana di letteratura fantastica Avatär.

Prende parte alla mail art dal 2000 e, in questo contesto artistico, nel 2004 crea la micronazione Nazione Oscura Caotica. A livello non professionale ha pubblicato diversi Cd di musica elettronica sperimentale con lo pseudonimo di Krell.

Il programma della StarCon lo trovi qui. Scegli cosa vedere e vieni a trovarci alla StarCon.

 

 

apr 01 2015

L’asso nella manica della StarCon

Il comitato organizzatore della StarCon ha deciso di svelare proprio oggi, nella giornata della pubblicazione del programma definitivo della manifestazione che si svolgerà a Bellaria – Igea Marina al PalaCongressi dal 29 aprile al 3 maggio 2015, gli assi nella manica che ha celato sino a questo momento.

La serata del sabato verrà sostituita dalla sfilata di moda ad invito cui potrete assistere solo presentando il coupon qui di seguito.

Victoria_s_secrets_invito

I coupon li potete trovare da Ultimo Avamposto fino a questa sera.

Ma non finisce qui.

All’esterno del Palacongressi verrà allestito un palco dove Italia 1 registrerà cinque puntate della nuova edizione di Karaoke presentato da Angelo Pintus.

pintus-karaoke_StarCon

Le iscrizioni al Karaoke per i partecipanti alla StarCon saranno raccolte seguendo le istruzioni riportate alla fine di questa pagina del programma definitivo.

Corri a iscriverti.

 

 

 

mar 31 2015

Uno scrittore connettivista si aggirerà per la StarCon: Sandro Battisti.

Continuiamo a presentare gli ospiti annunciati da Armando Corridore per la quarantunesima Italcon, che si svolgerà dal 29 aprile al 3 maggio al PalaCongressi di Bellaria – Igea marina all’interno della StarCon.

Oggi parliamo di Sandro Battisti, scrittore di fantascienza nato a Roma nel maggio del 1965.

Sandro Battisti

Sandro Battisti

Il suo esordio è del 1993 con il racconto Il gioco pubblicato da Stampa Alternativa.  È tra i primi blogger attivi in Italia con il nickname “Zoon“, e nel 2004 è uno dei fondatori del movimento letterario connettivista. A partire dal 2005 si  dedica allo sviluppo di uno scenario letterario noto come “Impero Connettivo”, uno Stato modellato sull’esempio dell’Impero romano il cui dominio si estende su spazio e tempo ed è governato da una stirpe di alieni semieterni; su questo sfondo ambienta numerose sue opere e il fumetto Florian. I suoi racconti sono stati pubblicati in numerose antologie. Curatore a sua volta di numerose pubblicazioni e critico dirige NeXT, la fanzine del movimento connettivista e conduce sulla webradio radionation.it il programma Tersicore.

Scopri il programma della StarCon e incontra Sandro Battisti a Bellaria – Igea Marina.

 

 

mar 30 2015

Non solo Pond: Francesca Manicone ci racconterà alla StarCon del suo lavoro di doppiatrice

È quasi una tradizione che alle nostre convention siano presenti dei doppiatori, possibilmente legati ai protagonisti ospiti sul palco. Non ci si vuole smentire nemmeno questa volta grazie alla presenza alla StarCon, domenica 3 maggio, di Francesca Manicone (Roma, 11 giugno 1977), la voce italiana di Karen Gillan sia come Amy Pond in Doctor Who che come Nebula nel blockbuster Marvel Guardiani della Galassia e Kaylie Russell nel meno conosciuto Oculus – Il riflesso del male.

Francesca Manicone

Francesca Manicone

Attrice e soprattutto doppiatrice tra le più rappresentative nel panorama della sesta generazione del doppiaggio, inizia la sua attività di doppiatrice sin da bambina. Oltre a Karen Gillan, ha prestato voce a molte attrici tra le quali citiamo a caso per il cinema Jessica Biel (Total Recall – Atto di forza), Emily Blunt (Edge of Tomorrow – Senza domani), Abbie Cornish (RoboCop – 2014), Blake Lively (Lanterna Verde), Rose Byrne (X-Men: l’inizio), mentre per la tv citiamo Emma Roberts (American Horror Story), Bitsie Tulloch (Grimm), Tracy Spiridakos (Revolution), Genelle Williams (Warehouse 13), Nicki Clyne (Battlestar Galactica).

Questa è solo una minima parte dei suoi lavori che toccano, oltre a cinema e serie tv, anche il mondo dei cartoni animati e che potete trovare elencati nelle pagine del sito di Antonio Genna dedicato ai doppiatori, da cui sono state tratte queste informazioni.

Molto attiva anche in campo teatrale, nell’aprile del 2008 ha recitato la parte di Sara in Ypokritài-attori, scritto e diretto da Patrizio Cigliano. Con la Compagnia H3O, a cui si è unita nel 2007, recita in Permettimi di dimenticarti (dicembre 2008), scritto da Lidia Perrone e diretto da Stefano Mondini dove interpreta Carola. Sempre con H3O va in scena Happy Christmas (dicembre 2010), testo di Lidia Perrone, con la regia di Roberto Draghetti.

Seduti sulle poltrone del PalaCongressi di Bellaria – Igea Marina potrete chiudere gli occhi ed immaginare che a parlarvi dal palco sia la vostra attrice preferita e, una volta riaperti, scoprire attraverso le domande qualcosa di più su Francesca.

Per partecipare alla StarCon invia la scheda che trovi qui

 

.

mar 29 2015

Franco Brambilla: da Urania a Bellaria – Igea Marina

Un altro ospite annunciato da Armando Corridore per l’Italcon 41 è l’illustratore Franco Brambilla.

Franco Brambilla

Franco Brambilla

Nato il 23 marzo 1967, diplomato all’Istituto Europeo di Design, dal 1998 al 2005 è collaboratore dell’inserto economico del Correre della Sera. Nel 1998 assieme agli amici storici Pierluigi Longo e Giacomo Spazio fonda Airstudio, punto di riferimento delle maggiori case editrici italiane per la progettazione grafica e l’illustrazione. Negli anni, airstudio ha collaborato con: Arnoldo Mondadori Editore, Mondadori Ragazzi, “Abitare”, “D la Repubblica delle Donne”, “Pulp”, Shake Edizioni, Ibooks Nyc, Fabbri, DeAgostini Multimedia, Il Sole 24 Ore, McKinsey&Company. Da sempre appassionato di fantascienza collabora stabilmente con numerosi editori italiani ed esteri e realizza regolarmente per Mondadori le copertine di Urania, Urania Collezione e di libri per ragazzi, gialli, horror e fantascienza. Riceve il premio  “Best Artist” agli European Awards nel 2009,  il Premio Carlo Jacono nel 2013 e vince il Premio Italia come miglior artista nel 2011 e nel 2014.

Una delle opere di Franco Brambilla

Una delle opere di Franco Brambilla

Venite alla StarCon a incontrare l’artista e ad ammirare le sue opere.

 

 

mar 29 2015

Giovanni De Matteo, il narratore della Sezione π² di Napoli, ospite alla StarCon.

Armando Corridore annuncia un altro ospite connettivista per la StarCon del 2015, lo scrittore Giovanni De Matteo (Policoro, 1981).

Giovanni De Matteo

Giovanni De Matteo

Lucano di nascita e irpino di adozione, è co–iniziatore nel 2004 del Connettivismo con Sandro Battisti e Marco Milani.

Già vincitore del Premio Robot nel 2005 con il racconto “Viaggio ai confini della notte”, si aggiudica il Premio Urania nel 2006 con il romanzo Sezione π2. Nel 2008 crea e sceneggia la miniserie a fumetti in dieci episodi Piquadro, ambientata nel medesimo universo narrativo del romanzo e pubblicata a puntate sulla rivista Solaris. Dal 2013 pubblica in e-book diversi racconti e romanzi brevi. Il suo ultimo romanzo è Corpi spenti (Mondadori, 2014), che riprende le indagini della Sezione Pi-Quadro, uno speciale corpo investigativo attivo nella Napoli del futuro, i cui agenti possono estrarre dai cadaveri i loro ultimi ricordi. Tra i suoi lavori più recenti ci sono due raccolte apparse per i tipi di Kipple Officina Libraria della quale è anche attivo partecipante.

Il suo blog è holonomikon.wordpress.com ed è co-curatore del web magazine www.next-station.org.

Resta in contatto con la StarCon collegandoti qui.

 

 

 

mar 28 2015

È on-line il nuovo programma della StarCon

Qui potete consultare il programma aggiornato della StarCon che pur non essendo quello definitivo, fornisce un bel po’ di informazioni.

programma fine marzo 2015

Vi ricordo che sono questi gli ultimi giorni per prenotare la StarCon prima che ad Aprile aumentino le tariffe.

La scheda di partecipazione la trovate qui.

 

 

mar 25 2015

Norman Spinrad sbarca a Bellaria – Igea Marina

L’Italcon 41 porta in Italia un maestro della fantascienza americana: Norman Spinrad.

Norman Spinrad

Norman Spinrad

Scrittore, saggista e critico è una delle più iconoclaste personalità della fantascienza americana. Vincitore del Prix Apollo e nominato tra i finalisti del premio Hugo e di svariati premi Nebula, ben pochi suoi testi sono stati accolti senza feroci scontri polemici tra lettori, critici e saggisti e vanta il primato di essere stato bandito per diversi anni dal mercato tedesco e di aver provocato una interrogazione al parlamento inglese.

Nato nel 1940, pubblica il suo primo romanzo nel 1969 e il suo talento viene subito riconosciuto da Gene Roddenberry che gli offre la possibilità di diventare sceneggiatore di Star Trek. Rielaborando un suo raconto inedito Spinrad firma l’episodio La macchina del giudizio universale, andato in onda negli Stati Uniti il 20 Ottobre 1967, anno in cui pubblica altri due romanzi. Spinrad ha sceneggiato anche l’episodio dal titolo To Attain the All per la “Serie perduta” Star Trek Phase II progettata e mai prodotta.

Spinrad è stato presidente della Science Fiction and Fantasy Writers of America (SFWA), associazione degli scrittori americani di Fantascienza e Fantasy, e della WoldSF mondiale.

Venite a incontrare Norman Spinrad alla StarCon. Consultate spesso il programma della manifestazione per gli ultimi aggiornamenti.

 

 

mar 24 2015

Va ad Alfredo Castelli il premio Alberto Lisiero per la divulgazione del fantastico 2015

Siamo lieti di annunciare il ritorno a Bellaria – Igea Marina di Alfredo Castelli, papà del Detective dell’Impossibile Martin Mystère, che festeggerà con noi proprio i 50 anni di carriera nel mondo del fumetto e quale occasione migliore per insignirlo del premio Alberto Lisiero per la divulgazione del fantastico 2015.

Alfredo Castelli (foto Goria)

Alfredo Castelli (foto Goria)

Alfredo Castelli coltiva la passione per il fumetto fin da giovane: nel 1965, a 18 anni, esordisce su “Kolosso” e pubblica in appendice a “Diabolik” le storie grottesche di Scheletrino, da lui sceneggiate e disegnate. Nel 1966 fonda, assieme a Paolo Sala, la fanzine autoprodotta “Comics Club 104”. Collabora a “Cucciolo” e “Tiramolla” della Edizioni Alpe e a “Topolino”, allora della Mondadori, per cui scrive anche Topolino e il triangolo delle Bermude disegnato da Massimo De Vita.
Non è solo sceneggiatore, ma anche brillante autore: per la TV scrive caroselli e alcune serie per la RAI. Nel 1967 lavora per la Editrice Universo scrivendo storie di Pedrito el Drito, Rocky Rider e Piccola Eva. Fonda inoltre alcune riviste che saranno di importanza storica per il fumetto italiano: due esempi sono “Tilt” (con Mario Gomboli, Marco Baratelli e Carlo Peroni nel 1969, prima come fanzine e poi come rivista) e “Horror” (con Pier Carpi e Luigi Cozzi, sempre nel 1969), per le cui pagine creerà nel 1970 il personaggio Zio Boris.
Tilt è anche il nome della rubrica sul “Corriere dei Ragazzi” a cui collabora lavorando con Tiziano Sclavi, Bonvi, Tacconi e Peroni negli anni ’70. Sempre negli anni ’70 collabora in Italia con “Il Giornalino” e scrive storie per l’estero per la rivista tedesca “Zack” e per le francesi “Bazaar”, “Pif” e “Scoop”, creando alcuni dei suoi personaggi più famosi come L’omino bufo (una striscia comicodemenziale, 1970), Gli Astrostoppisti (1972), L’Ombra (1973), Otto Kruntz e Gli Aristocratici (1973 con disegni di Ferdinando Tacconi).

50 anni di carriera per Alfredo Castelli (disegno di Lucio Filippucci)

50 anni di carriera per Alfredo Castelli (disegno di Lucio Filippucci)

Nel 1978, quando già scrive con regolarità sceneggiature per le storie di “Zagor” e “Mister No” (oltre 60 numeri), crea per il settimanale “Supergulp” il fumetto di Allan Quatermain, che fornirà le basi per il futuro Martin Mystère, personaggio che proporrà a Sergio Bonelli nel 1980. La propensione di Castelli per il mistero prende quindi forma con la pubblicazione di “Martin Mystère” nel 1982. Proprio da questo albo partono i primi esperimenti di numeri speciali (1984) e Almanacchi (1988), ora pubblicazioni consolidate anche per gli altri eroi di casa Bonelli.
Nel 1983 rifonda, insieme a Silver (Guido Silvestri, padre di Lupo Alberto), la prestigiosa rivista “Eureka” della Corno. Sempre negli anni ’80 Alfredo Castelli torna a collaborare con “Topolino”.
Negli anni ’90 lancia “Zona X”, testata che nasce da una costola di “Martin Mystère”.

Seguiteci alla StarCon per la consegna del premio Alberto Lisiero ad Alfredo Castelli.

 

 

Post precedenti «