Addio a Mira Furlan

Mira Furlan

Mira Furlan ci ha lasciati in questo inizio di 2021 portando con se delle storiche interpretazioni che non potremo mai dimenticare: l’ambasciatrice Delenn in Babylon 5 e Danielle Rosseau in Lost. Noi l’abbiamo conosciuta alla Reunion VII a Montecatini Terme dal 25 al 27 novembre 2011. Una vera signora che ha cercato di parlare italiano non soltanto per onorarci, ma anche perché da sempre amava studiare le lingue e questa passione è stata la ragione per cui ha cominciato a fare l’attrice. Essere dunque in Italia, un paese che aveva nel sangue visto che era una Furlan, fu l’occasione perfetta per “allenarsi”. Gli aneddoti che ha raccontato del suo lavoro in Babylon 5 e Lost sono inframezzati da quelli del suo travagliato passato, quando è dovuta fuggire dal suo paese natale, la ex Jugoslavia, per via della guerra etnica. Tutte le sue esperienze sono in qualche modo divise tra quella che lei chiamava la sua “altra vita” (quella vissuta in Jugoslavia) e la vita
che ha cominciato negli Stati Uniti. Potete trovare la sua intervista sull’Inside Star Trek Magazine 158 dove abbiamo condiviso con voi anche la sua “Lettera d’amore” agli appassionati di fantascienza che riportiamo qui di seguito.

Il classico taglio della torta con Ethan Phillips, altro ospite della Reunion VII

LA “LETTERA D’AMORE” DI MIRA FURLAN AGLI APPASSIONATI DI FANTASCIENZA.

Emotiva e commossa, Mira ha parlato di molte cose, ma uno dei momenti più toccanti è stato il discorso fatto all’inizio dell’incontro della domenica.
“Sono cresciuta nella ex Jugoslavia e non conoscevo molto della fantascienza come genere, anche se ne conoscevo le basi e con mio padre ero andata a vedere tutti i film di fantascienza arrivati nel nostro paese… Solaris, Il Pianeta delle Scimmie, 2022 – I sopravvissuti. Avevo anche letto alcuni classici, come Arthur C. Clarke o Theodore Sturgeon. Ma la fantascienza non era una cosa che guardavo regolarmente in TV, con una sola eccezione… Lost in Space. E da questo punto di vista è davvero strano pensando che avrei poi lavorato con Bill Mumy in Babylon 5. Però non avevo idea dell’esistenza di questo enorme mondo parallelo degli appassionati, e quando ho partecipato alla mia primissima convention non avevo idea che la gente avrebbe portato delle foto per farmele autografare. Non sapevo bene che cosa ci si aspettasse da me. Un attore interpreta la propria parte, ha le proprie battute, recita il proprio personaggio… mentre questo sembrava una stranissima combinazione tra il tuo lavoro e ciò che invece sei veramente. La domanda che avrei voluto fare è… perché siete qui? Che volete da me?
Ma poi hanno cominciato a farmi domande… La convention si era tenuta quando avevamo appena finito di girare l’episodio pilota di Babylon 5 e in quel periodo ero anche alla ricerca di una nuova idea di casa perché casa mia era… perduta. Quindi nell’incontro parlai della mia esperienza durante la guerra, del fatto che avevo ricominciato una vita con tre valige e senza conoscenze, e così via… e ci fu un uomo tra il pubblico che si alzò e mi disse: “Benvenuta in famiglia”. È commovente… mi fa sempre piangere ripensarci… non dovrei
raccontare questo aneddoto. Da allora mi sento davvero parte della vostra famiglia, e vi ringrazio di avermi accolta nella vostra famiglia! Perché ho bisogno di una famiglia!”
L’applauso parte spontaneo e caloroso.
“Molto spesso la gente mi chiede ‘come sono i fan di fantascienza? Non ti mettono a disagio?’” continua Mira. “Mai! Non ho mai avuto una brutta esperienza con i fan. Di solito il grande pubblico non vede gli attori come se avesse di fronte degli esseri umani, ma io non sono una ‘cosa’.
Ti trattano come un oggetto, come se fosse una cosa che appartiene a loro. Non riuscirò mai ad accettare questo atteggiamento sgarbato. I fan di fantascienza, invece… sono quasi diciannove anni che faccio convention ormai e che incontro persone che amano questo genere… e ora so per certo che sono persone speciali.”
Mira indica il pubblico.
“Voi siete persone speciali. Non ho mai incontrato persone sgarbate tra voi. E lo apprezzo davvero moltissimo.”

Mira Furlan è morta il 20 gennaio 2021 all’età di 65 anni. La scomparsa é stata annunciata il giorno seguente sul canale Twitter ufficiale dell’attrice.

Articoli correlati

  1. Gene Roddenberry Centennial

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.