Nuove sconvolgenti rivelazioni sul futuro di Star Trek. Oppure no.

Mentre quasi ogni giorno piovono nuovi aggiornamenti e notizie sulle serie di Star Trek in lavorazione, tutti noi guardiamo con curiosità al futuro del franchise, più roseo che mai. Quali successivi sviluppi ci attendono? Ebbene, forse abbiamo scoperto i titoli delle nuove serie che verranno lanciate dalla Paramount nei prossimi anni.
Sottolineiamo: Forse.
Vediamo di cosa si tratta, e procediamo con ordine.

Come sappiamo, sono attualmente in corso tre serie di Star Trek: Discovery, PicardLower Decks, alle quali si aggiungeranno presto ProdigyStrange New Worlds. Tuttavia non finisce qui: il “nuovo grande uccello della galassia”, Alex Kurtzman, ha dichiarato qualche tempo fa (ottobre 2020, in TV’s Top 5, il podcast di The Hollywood Reporter) che i piani per l’universo Trek sono già delineati fino al 2027. Non è il caso tuttavia di trattenere il fiato nell’attesa, poichè sempre Kurtzman, in un’altra intervista (su Variety, febbraio 2021), ha aggiunto che verranno lanciate nuove serie soltanto “once at least one of the current slate of five concludes its run” (cioè “quando almeno una delle cinque attuali avrà terminato il suo corso”).

Tra le serie che aspettano il loro turno possiamo già contare Star Trek: Section 31, di cui si parla da tempo, e che dovrebbe vedere come protagonista Michelle Yeoh, recentemente uscita dal cast di Discovery. 
Ma le altre? Cos’ha nel cassetto la CBS/Paramount da qui al 2027?

Abbiamo provato a fare un giretto su Justia.com, un sito web che “rende gratuitamente consultabili testi di sentenze, codici di leggi, casi legali, pareri tecnici e altre fonti della giurisprudenza statunitense” (citazione da Wikipedia). Questo sito contiene anche una lista  dei “trademark”, i marchi registrati presso lo United States Patent and Trademark Office, l’organismo amministrativo che negli Stati Uniti rilascia i brevetti e i marchi depositati (un ente simile al nostro Ufficio Italiano Brevetti e Marchi). Abbiamo provato a digitare “Star Trek” ed è uscita fuori una lista parecchio lunga: fumetti, romanzi, prodotti di consumo, tutti i tipi di merchandising possibili e immaginabili, di tutto e anche di più. E naturalmente, prodotti cinematografici e serie televisive.

Abbiamo lasciato perdere i marchi che fanno riferimento a serie già note, incluse quelle in lavorazione o comunque annunciate, e abbiamo trovato alcuni titoli completamente nuovi. Li vedete nell’immagine qui sopra (che abbiamo ricavato da più screenshot, perché non si trovavano tutti nella stessa pagina), e li riportiamo qui di seguito:

Star Trek: Destiny (depositato il 3 Agosto 2018)
Star Trek: Reliant (depositato il 3 Agosto 2018)
Star Trek: Starfleet Academy (depositato il 14 Agosto 2018)
Star Trek: Ceti Alpha V (depositato il 21 Agosto 2018)
Star Trek: Revolution (depositato il 12 Settembre 2018)

Si tratta di “Entertainment services, namely a continuing multimedia series featuring drama rendered through the media of television, cable, satellite and broadband systems, and via the Internet, and portable and wireless communication devices” o “distributed via various platforms across multiple forms of transmission media”.
In breve, serie destinate alla televisione e/o allo streaming.

Star Trek: Starfleet Academy, come suggerisce il nome, potrebbe essere una serie ambientata all’accademia della Flotta Stellare; la rivista Variety, in un articolo del giugno 2018, vi ha già accennato, citando come ideatori Stephanie Savage e Josh Schwartz (noti per Gossip Girl e per il reboot di Dynasty).

Star Trek: Ceti Alpha V è probabilmente la miniserie ideata e scritta da Nicholas Meyer con protagonista Khan di cui lo stesso Meyer ha parlato più volte nelle interviste recenti.

Star Trek: Destiny potrebbe essere stato il titolo di lavorazione per quella che è poi diventata Star Trek: Picard, secondo un rumor che circolava agli inizi. Essendo rimasto inutilizzato, è perfettamente “riciclabile”.

Su Star Trek: Reliant possiamo fare supposizioni. Farebbe pensare a una serie (o miniserie) che si svolge tra il primo e il secondo film, e ambientata a bordo della nave dello sfortunato capitano Terrell. Ma nulla esclude che si possa trattare di un altro vascello che porta lo stesso nome, magari anche in un altro periodo della linea temporale.

Star Trek: Revolution si presta a ogni ipotesi; e anche questo, a suo tempo, è stato citato come possibile titolo per Star Trek: Picard.

Non lasciamoci prendere troppo dagli entusiasmi, però: il fatto che i marchi siano stati registrati non significa necessariamente che verranno realizzate nuove serie con quei titoli. E’ pratica comune infatti depositare i marchi (e con largo anticipo) più che altro per mettere le mani avanti, cioè per bloccarli prima che li registri qualcun altro. Nel 2015, mentre Star Trek Beyond era in lavorazione, la Paramount scoprì che esisteva già un sito web con quel nome, e si affrettò a comprare il dominio dal fan che lo aveva depositato.

Insomma, in realtà nulla è inciso nella pietra, neanche i piani di Kurtzman e della Paramount per il futuro di Star Trek. Alcuni di quei trademark sono inoltre stati già menzionati da altri siti che si occupano di Star Trek, e non possiamo neanche vantarci di averli “scoperti” per primi. Abbiamo voluto soltanto mettere assieme un po’ di notizie che girano da qualche tempo in rete. Però, se e quando vedrà la luce una serie con uno dei titoli riportati sopra, potremo dire con malcelata soddisfazione: “Lo sapevamo”. Intanto continuiamo a tenere d’occhio ogni tanto Justia.com, o il sito dello United States Patent and Trademark Office: potrebbero saltare fuori nuove sorprese. 

Fonte: https://trademarks.justia.com

Articoli correlati

  1. Gene Roddenberry Centennial

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.