«

»

mar 31 2012

Progress Report 03 – Luigi Cozzi e Roberto Vacca alla Italcon

STICCON - ITALCON - YAVINCON 2012Continua la sfilata di ospiti alla STICCON/Italcon/Yavincon! Questa volta siamo lieti di annunciare due nuove presenze italiane: Luigi Cozzi e Roberto Vacca!

Luigi CozziLuigi Cozzi, regista, scrittore e saggista, è un eclettico protagonista della scena fantascientifica sin dagli anni ’60. Esordisce nella regia nel 1969 con la pellicola Il tunnel sotto il mondo, versione cinematografica dell’omonimo racconto di Frederik Pohl che vede come co-sceneggiatore e produttore Alfredo Castelli; subito dopo inizia a collaborare con Dario Argento partecipando alla realizzazione di Quattro mosche di velluto grigio. Nel 1975 dirige il thriller L’assassino è costretto ad uccidere ancora, che esce solo due anni più tardi per problemi con la censura, e nel 1976 realizza quello che lui stesso considera il proprio capolavoro: Dedicato a una stella. Per tutti gli anni ’70 alterna al lavoro nel mondo della celluloide una intensa attività di promotore della fantascienza presso il grande pubblico attraverso rassegne cinematografiche realizzate insieme alla Libra editrice. Nel 1978 realizza il suo film più celebre, Star Crash – Scontri stellari oltre la Terza Dimensione, per poi continuare con Contamination (1980) e il celeberrimo Hercules con Lou Ferrigno nel 1983. Alla sua attività cinematografica Luigi Cozzi affianca sempre nel corso degli anni quella di scrittore e di saggista, quest’ultima particolarmente intensa dalla fine degli anni ’80 fino ad oggi, scrivendo più di venti volumi tra studi di argomento cinematografico e meticolose ricostruzioni delle grandi pagine della storia della Sf italiana. Negli anni novanta riprende a collaborare con Dario Argento come aiuto regista di Due occhi diabolici (1990) e La sindrome di Stendhal (1996). Negli ultimi anni ha realizzato vari documentari sul maestro dell’Horror italiano: Dario Argento: Master of Horror del 1991, Il Mondo di Dario Argento 3: Il museo degli orrori di Dario Argento del 1997 e Dario Argento: il mio cinema del 1999. È attualmente docente dell’Accademia di Cinema romana ACT MULTIMEDIA a Cinecittà e cura la stesura di libri e riviste per le collane editoriali della società Profondo Rosso.

Roberto VaccaRoberto Vacca, ingegnere elettrotecnico, è libero docente in Automazione del Calcolo presso l’Università di Roma e docente di Computer, ingegneria dei sistemi, gestione totale della qualità a Roma e Milano. Conosciuto al grande pubblico come divulgatore scientifico e per la sua attività di prefigurazione dei possibili sviluppi del futuro umano in base alle più avanzate risultanze scientifiche e tecnologiche, ha condotto trasmissioni televisive come Parole per l’avvenire (RAI2) e ha svolto l’attività di consulente per alcune reti, come Rai Educational. Viene regolarmente invitato in qualità di futurologo a importanti trasmissioni televisive e ha partecipato ad esempio a Che tempo che fa (2005) di Fabio Fazio, all’Incudine di Claudio Martelli e a uno spettacolo di Beppe Grillo tenutosi a Milano e intitolato Beppegrillo.it. Oltre a questo pubblica periodicamente articoli su vari quotidiani nazionali, tra cui  IlSole24Ore, e riviste di divulgazione scientifica come ad esempio Newton. In linea con le sue specificità di divulgatore scientifico e futurologo ha scritto diversi romanzi di fantascienza e fantapolitica, a partire da Il robot e il minotauro nel 1963 per arrivare a Kill, thriller fantapolitico del 2005, passando da Morte di Megalopoli del 1975, considerato il suo capolavoro. La sua opera più conosciuta è il saggio Il medioevo prossimo venturo, ritenuto ormai un classico internazionale della futurologia.

 

1 ping

  1. Luigi cozzi | Selimcivelek

    […] Progress Report 03 – Luigi Cozzi e Roberto Vacca alla Italcon … By admin in Uncategorized  You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Both comments and pings are currently closed. […]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*