«

»

Set 28 2017

Mai più senza i Klingon: la specie preferita dello spazio

Continuiamo a proporre i comunicati inviatici da Netflix.

Mai più senza i Klingon: la specie preferita dello spazio

C’è chi cambia forma, chi ha il dono della telepatia e chi ha un linguaggio che non è nulla più che una grande metafora. Tuttavia, nessun’altra specie ha influenzato Star Trek tanto quanto i Klingon.
Tutto ebbe inizio alla fine degli anni Sessanta, con l’episodio 26 della serie classica per esser precisi, quando il capitano Kirk, il signor Spock e Scotty si trovavano all’inizio del loro viaggio verso le galassie lontane. Kor (John Colicos) ruppe il ghiaccio intergalattico e ci introdusse per primo nel mondo dei Klingon… e sembra proprio che abbia lasciato il segno.

Fin dalla prima apparizione della specie nella saga di Star Trek, i Klingon sono diventati i perfetti nemiciamici, guerrieri testardi e compagni onesti. Non è un caso che il tenente comandante Worf si sia ritagliato un ruolo di rilievo: chi tra i Klingon ha avuto così tante apparizioni negli episodi e nei film se non l’affidabile ufficiale della sicurezza dell’Enterprise. E dopo aver combattuto e inveito per tutta la durata degli innumerevoli episodi e film, la specie ha raggiunto un grande successo anche al di fuori dello schermo: dai dizionari di Klingon ai motori di traduzioni su Bing – i Klingon sono le super star segrete dello spazio profondo.

Ognuno aspetta solo di essere catturato: stappa la tua bottiglia di vino di sangue e prepara una tazza di larve, perchè tutti i 695 episodi di Star Trek sono già disponibili su Netflix. E non solo, Netflix sa anche quali sono i 10 episodi con i Klingon preferiti dai fan.

A partire dal 25 Settembre, Netflix sarà infatti anche la casa esclusiva della premiere di Star Trek: Discovery, in ben 188 paesi.

La serie racconterà di una nuova nave, nuovi personaggi e nuove missioni, abbracciando però la stessa ideologia e la stessa speranza nel futuro che ha ispirato una generazione… ovviamente Klingon inclusi!

Klingon importanti:

Tenente comandante Worf (Michael Dorn) – Star Trek: The Next Generation e Star Trek: Deep Space 9:
Il primo ad essere un personaggio principale Klingon in una serie Star Trek. Nato Klingon, cresciuto dagli esseri umani. Worf detiene il record per il più alto numero di apparizioni nei film e nelle serie Star Trek.

Generale Chang (Christopher Plummer) – Star Trek VI: Rotta verso l’ignoto:
Chang è l’unico Klingon pelato conosciuto. Una benda sull’occhio completa il suo aspetto come nemesi e complottista. È astuto, subdolo, scaltro e… fan di Shakespear! “O non essere”: le sue ultime parole prima che l’Enterprise del capitano Kirk distruggesse la sua astronave.

Torres (Roxann Dawson) – Star Trek: Voyager:
Metà donna, metà Klingon – è capo ingegnere della USS Voyager in costante lotta con se stessa e il Klingon che è in lei. Uno sforzo pazzesco se si pensa al fatto che non ha mai completato la sua formazione all’interno dell’accademia.

Kang (Michael Ansara) – Star Trek e Star Trek: Deep Space 9:
Un leggendario comandante Klingon che è passato dalla serie con l’originale Enterprise a Deep Space 9. Ha combattuto contro entrambe, oltre che con il capitano Kirk. È conosciuto come un vero guerriero, che a volte mangia persino il cuore del suo nemico. Buon appetito!

B’Etor e Lursa Duras (Gwynyth Walsh e Barbara March) – Star Trek: The Next Generation e Star Trek: Deep Space 9:
La coppia di sorelle del clan Duras è sempre presente quando si tratta di potere e ricchezza. Non si tirano mai indietro quando c’è da allearsi con i Romulani per una causa comune. Le due guerriere hanno così impressionato i fan di Star Trek, da essere presenti in due diverse serie.

Alexander Rozhenko (Brian Bonsall, James Sloyan, Marc Worden) Star Trek: The Next Generation, Star Trek: Deep Space 9:
Il figlio di Worf portato a suo padre sull’Enterprise da bambino. Anche se non si vedeva frequentemente Alexander sullo schermo, il personaggio incarna molti scenari e tradizioni della cultura Klingon. Attraverso Alexander la razza aliena Klingon ha guadagnato spessore all’interno della serie. Questo ruolo è interpretato da 3 diversi attori e rappresenta il testamento della cosiddetta “Sindrome del rapido invecchiamento (di un personaggio) in una serie” – ovvero l’accelerazione innaturale e troppo veloce della crescita in età dei personaggi bambini, così che possano essere integrati all’azione il prima possibile.

 

Curiosità sui Klingon:
● Sorprendentemente, i Klingon sono estremamente sensibili al freddo (anche se non lo ammetteranno mai): vedono la sofferenza e le lamentele come segno di debolezza
● Il latino è morto? Ma il Klingon è vivo! Il Klingon è una delle poche lingue che adesso ha una grammatica completa e un vocabolario esilarante – dizionari e corsi inclusi. In più, il motore di ricerca Bing.com prevede la traduzione in Klingon
● I Klingon non piangono
● I Klingon hanno tre polmoni
● I Klingon credono in una vita dopo la morte: Se qualcuno muore, tutti i Klingon vicini emettono un grido acuto per avvisare l’aldilà dell’arrivo di un valoroso guerriero.
● I Klingon non bisbigliano mai!

Klingon per principianti
1. Cominciamo con “ciao”: non c’è un reale saluto, i Klingon direbbero “Cosa vuoi”: {nuqneH}
2. Allo stesso modo, non esiste un “arrivederci”. Come alternativa, i Klingon usano {Qapla ‘} e “successo”
3. “Mi chiamo” …. = {… ‘oH pongwIj’e’}
4. “Questo è il mio show preferito” = {Hasta muchwIj vImaSbogh ‘oH}
5. “Dov’è la mia navicella” = {nuqDaq’ oH DujwIj’e ‘ ?}
6. “Grande” = {Dunqu ‘}
7. “Sì” = {hija’}
8. “No” = {ghobe ‘}
9. “Per favore” = Non esiste nessuna parola nè descrizione per questo. Prendetela con ironia e usate la parola {DaH} = “Ora!”
10. “Grazie” = {Either qatlho ‘} ( “ti sono grato) o {maj} per “bene”

Informazioni su Netflix
Netflix è il più grande servizio di intrattenimento via Internet del mondo, con 104 milioni di abbonati in oltre 190 paesi, che ogni giorno guardano più di 125 milioni di ore di programmi televisivi e film, tra cui serie originali, documentari e lungometraggi. Gli abbonati possono guardare tutto ciò che vogliono in qualsiasi momento, ovunque e in pratica su ogni schermo connesso a Internet. I programmi si possono guardare, mettere in pausa e riprendere a piacimento, senza interruzioni pubblicitarie e senza impegno.

 

Articoli correlati

  1. Restate Klingon!

1 comment

  1. Rocco

    I Klingon di Discovery assomigliano più agli XINDI di Enterprise :-).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*