Tesori ritrovati… il modello originale della U.S.S. Enterprise NCC 1701.

Cari amici collezionisti questa volta vogliamo parlarvi della notizia del giorno, l’Enterprise è stata ritrovata.

Ma andiamo per ordine, nella serie originale , TOS per gli amici, erano stati creati due modellini per le riprese televisive, uno da circa 90 cm e uno molto più grande di circa 3 metri, questo perché in base al tipo di riprese era necessario che ci fossero modellini in scale divere, per esempio il modello più piccolo fu usato per la sigla e quello più grande per le riprese principali.

Il modello più grande, dopo un lungo restauro, fa bella mostra di se al museo Smithsonian – Star Trek Starship Enterprise Studio Model | National Air and Space Museum (si.edu), ora invece dopo più di cinquant’anni il modello più piccolo, che era andato perso dopo che fu prestato alla produzione del primo film della nostra saga preferita, Star Trek: the motion picture (1979), è ricomparso dopo un’apparizione su un noto sito di Aste, ma dopo essere stato ritirato dalla vendita e autenticato è stato consegnato Eugene ‘Rod’ Roddenberry, figlio di Gene Roddenberry, il quale ricorda che il modello era in bella mostra sulla scrivania dell’ufficio del padre, promettendo che sarà restaurato e messo in un museo al fine di poter essere visto dagli appassionati.

Insomma una pezzo di storia televisiva è tornato a casa, e ammettiamolo… quanti di noi non lo vorrebbero!

Restate sintonizzati…

Lo Star Trek Italian Club al Romics, dal 4 al 7 aprile!

Il Romics si avvicina e la squadra di sbarco dello Star Trek Italian Club “Alberto Lisiero” sarà presente ancora una volta! Trovate il nostro stand nel padiglione 5, pronto ad accogliervi dal 4 al 7 aprile. Festeggiate con noi l’uscita della stagione finale di Discovery, prevista proprio per il 4 aprile, lo stesso giorno dell’apertura!

Non importa se indossate una divisa o meno, siamo qui per parlare di tutte e undici le serie di Star Trek e dei film, inclusi i reboot. Potete scattarvi foto con sfondi a tema, guardare e condividere gadget (incluso un modello di teletrasporto realmente funzionante) e chiacchierare della nostra amata saga, in compagnia.


Questi tutti gli appuntamenti da non perdere:

Venerdì 5 aprile: First Contact Day! Raccontateci il vostro “Primo Contatto” con Star Trek o, perché no… create il vostro Primo Contatto con Star Trek venendoci a trovare e lasciandovi affascinare da una saga che vive dal 1966!

Sabato 6 aprile:

  • Alle 11:20, panel Comic Trek: l’avventurosa storia di Star Trek a fumetti presso il palco del Movie Village, padiglione 5. Fin dalla sua nascita la saga di Star Trek ha affiancato alle avventure televisive dell’Enterprise e del suo equipaggio le storie a fumetti, che hanno sempre visto il coinvolgimento di talenti italiani. Marcello Rossi, curatore della nuova collana di fumetti di Star Trek della RW Edizioni, Elena Casagrande, disegnatrice dei fumetti di Star Trek per la IDW, e Claudio Sonego, dello Star Trek Italian Club “Alberto Lisiero”, ripercorrono insieme al pubblico questa fantastica storia.
  • Alle 17:01, Raduno Cosplay! Raduno Cosplay! Presentatevi con il vostro costume a tema Trek, accogliamo, nel puro spirito della Federazione, sia membri della Flotta Stellare che alieni per un’indimenticabile sfilata tra gli stand della fiera.

Inoltre, tutti i giorni, siete invitati a partecipare e a sfidarci in appassionanti dibattiti. Torna l’appuntamento con le chiacchiere di ChatGPT (Grande Passione Trek), nella versione “Change My Mind Edition” (fammi cambiare idea). Cinque argomenti spinosi, per i quali dovrete convincerci che abbiamo torto!

  • Star Wars è meglio di Star Trek – Change my mind
  • Il capitano Picard è un capitano migliore del capitano Kirk – Change my mind
  • Star Trek: Strange New Worlds è meglio della serie classica – Change my mind
  • Discovery non è Star Trek – Change my mind
  • Star Trek: Lower Decks è solo un cartone demenziale – Change my mind

Siete pronti a discutere? Vi aspettiamo!

Per ulteriori dettagli: www.romics.it

🎲 Star Trek Horizon – Il nuovo Gioco di Ruolo Play by Chat alla StarCon Italia 2024

Giocare ad impersonare un Ufficiale della Flotta Stellare non è mai stato così facile e così divertente!

Cinque appassionati di Star Trek stanno progettando un nuovo gioco, completamente gratuito, per offrire a tutti la possibilità di sognare.

🖖 Infinite diversità in infinite combinazioni!

Registrandosi sul sito https://startrekhorizon.it si può scegliere se creare un personaggio civile o arruolato nella Flotta. Ma le possibilità sono infinite! Si può scegliere tra 15 specie diverse, 3 tipi di carriera, 7 specializzazioni per i personaggi civili. E poi oltre 100 luoghi giocabili, sul pianeta Ohreth o a bordo delle navi federali.

👤 L’ambientazione del gioco

Del resto, l’ambientazione è davvero ampia e piena di spunti interessanti! Siamo nel 2408, proprio in mezzo a quella che anni prima era la Zona Neutrale. Ohreth è un pianeta da poco colonizzato da profughi romulani e remani, esuli dallo Stato Libero. Dopo un periodo di instabilità politica, si impone una presenza scomoda e benvoluta al contempo: la Flotta Stellare. Non mancano intrighi politici, commerci più o meno leciti, esplorazioni nella ex Zona Neutrale o verso la vicina Iconia.

✍️ Le fasi del progetto

Ad oggi, il progetto è ancora in fase di sviluppo, e non tutte le funzionalità del sito sono operative. Ma già è possibile iniziare a giocare, per qualche settimana ancora soltanto su richiesta e/o invito. Ben presto però, il sito sarà aperto al pubblico e tutti potranno registrarsi e iniziare a giocare. Nel frattempo, si possono seguire le pagine Facebook e Instagram del gioco per restare sempre aggiornati sulle ultime novità.

🎤 La presentazione alla StarCon2024

Proprio in occasione della StarCon2024, Venerdì 17 e Domenica 19, gli admin del sito presenteranno il gioco al pubblico. Sarà una occasione meravigliosa per raccontare il gioco, far vedere come si può partecipare e creare il proprio personaggio. Ci sarà la possibilità di iscriversi con una piccola sorpresa riservata in esclusiva al pubblico della StarCon. Non perdete l’occasione di saperne di più, incuriosirvi e perché no, salire a bordo di Star Trek Horizon. Consulta il programma per tutti i dettagli!

Non perderti l’occasione di essere parte di questa straordinaria esperienza alla StarCon 2024, dove le stelle del cinema e della televisione si uniranno ai fan per celebrare la passione per la fantascienza! Prenota subito il tuo biglietto

La Starcon 2024 si svolgerà a Bellaria Igea-Marina presso il Palazzo del Turismo

Scopri la location

Addio a Kenneth Mitchell

Mitchell in alcuni ruoli che ha recitato in Star Trek: Discovery

Ci ha lasciati Kenneth Alexander Mitchell, a quasi 50 anni.

Mitchell, canadese, ha interpretato diversi film e serie tv nella sua carriera. Gli appassionati di fantascienza lo ricordano anche per il suo ruolo del padre di Carol Danvers in Captain Marvel. In Star Trek ha interpretato ben sette ruoli: in Discovery, i Klingon Kol, Kol-Sha e Tenavik, in Lower Decks era il Capitano della Nave Clicket, la Tweerk, più altri due ruoli minori.

Dopo la sua diagnosi di SLA, cinque anni e mezzo fa, i produttori di Discovery, pur di non perdere il suo talento, modificò il personaggio dello scienziato Aurelio acciocché avesse anche lui una sedia a rotelle.
Mitchell è ricordato dalla famiglia, come dai colleghi, come una persona dai molti talenti, amabile, appassionato e spiritoso, sempre desideroso di protendersi verso gli altri.

Nel morire, si è donato ancora, scrivendo per noi questo brano meraviglioso (trovate l’originale sul suo profilo Instagram) che abbiamo di seguito tradotto per voi.
Grazie, Kenneth.

Quando morirò, quando lascerò questa vita, voglio diventare un albero, un Ginko, un Pino Bianco, una Jacaranda, un Limone, un Cedro, una Quercia, un Mirto, o un Acero. Voglio essere sepolto sotto le radici, così che io possa essere assorbito, tutta la mia materia, la mia energia, il mio amore, le mie risate, le mie lacrime, e voglio espandermi attraverso i rami e toccare il cielo notturno.

Voglio splendere insieme alle stelle e, con la rotazione terrestre, voglio sentire il sole sulla faccia delle mie foglie. Voglio rilasciare ossigeno perché tutti possano respirarne. Mi piacerebbe che i bambini si arrampicassero sui miei rami, che gli studenti si appoggiassero a me, che gli animali mangiassero i frutti che darò. Voglio flettermi al vento.

E, quando sarà il momento giusto, voglio essere abbattuto e tornito in una pagaia da canoa, cosi da poter navigare giù per il fiume, seguendone il flusso, l’aria, i meandri. E col resto del legno dell’albero, voglio facciate un falò vicino all’oceano, e poi voglio scolpiate un grande tamburo. Il più grande tamburo possiate immaginare. Voglio avere un battito basso e profondo, seguendo il ritmo del vostro cuore, insieme alla danza delle fiamme. Voglio riempire la vostra anima, arrivarvi fino alle ossa, e lì risuonare. Connettermi alla vostra mente. Trascendere, con ogni battito. Battito. Battito.

Siamo una Famiglia, e siamo Amici, io vi sono fratello e sorella, sono la natura. Danzate con me. Sorridete insieme a me. Sentite insieme a me. Sognate insieme a me. Ascendete insieme a me. Cadete e fallite con me, ma rialzatevi con me. Insieme. Connessi. Sempre nel flusso e nel battito. Con la speranza e l’ottimismo. Con tenacia ed umiltà. Con amore e gentilezza Con coraggio e vigore. Con convinzione.

Prendete la mia mano, il mio ramo, la mia pagaia, il mio tamburo e danzate con me… per sempre!

Gli artigiani della qualità… Poltrone di un certo livello.

Cari amici collezionisti eccoci di nuovo con voi… siete pronti a rompere il salvadanaio? perché questa volta ne varrà proprio la pena.

La casa d’aste Propstore, il prossimo mese di Marzo metterà all’asta nuovi cimeli dedicati alle produzioni di Hollywood, in particolar modo quelli dedicati alla nostra saga preferita. In passato si era specializzata in oggetti di scena e cimeli, ma questo Marzo ci sarà uno degli oggetti sicuramente più iconici e tante altre cose veramente accattivanti.

Il prossimo 12 Marzo sarà un gran giorno per gli appassionati di Star Trek: The Next Generation, la poltrona del Capitano Picard, si proprio quella che “scomparve” alla fine della Settima e ultima stagione di TNG; infatti nel primo film dedicato a Picard & C. (Star Trek: Generations), il set della plancia fu modificato aggiungendo diversi dettagli e fu anche inserita una nuova poltrona del Capitano, essendo sparita quella usata fino ad allora.

Ora questa poltrona, che ha accompagnato il nostro Capitano nelle varie stagioni è stata ritrovata, e viene messa all’asta con un valore indicativo tra i 50.000 e 100.000 dollari… quasi quasi!

Per i più pignoli di noi, ma d’altra parte non siamo collezionisti? ecco alcuni dettagli, tra cui le foto di comparazione tra la sedia e le foto di scena e le sue dimensioni: 33″ x 36″ x 40″ (84 cm x 91,5 cm x 101,75 cm).

Dopo questa succulenta chicca, andiamo avanti con un breve elenco di quello che troverete sul sito della Propstore (propstoreauction.com/search?key=star+trek&xclosed=no).

La tunica di Spock vista in Star Trek: The Motion Picure:

L’uniforme della Flotta Stellare di James T. Kirk da Star Trek (2009):

L’abito R’uustai di Worf da “The Bonding”:

La maschera di un ambasciatore Arcadiano di Star Trek IV: Ritorno verso la Terra:

La pergamena letta da Riker in Star Trek: Generations durante il rituale della promozione di Worf:

Lo zaino Jet indossato da Tom Paris durante le avventure di Captain Proton in Star Trek: Voyager:

Restate sintonizzati e buona asta a tutti.

Lo STIC-AL torna al Nerd Show a Bologna

Lo Star Trek Italian Club “Alberto Lisiero” oltre alle convention che contribuisce a organizzare (StarCon e Reunion) partecipa anche ad alcune fiere a cui viene invitato dove porta una mostra di memorabilia, allestimenti fotografici e quanto può essere utile a far conoscere il nostro club.
Come già negli scorsi anni siamo stati invitati al Nerd Show che si svolgerà a Bologna Fiere dal 17 al 18 febbraio 2024 con orari 10:00 – 19:00 il sabato e la domenica.

Ci farebbe piacere incontrarvi di persona e chiacchierare con voi della passione che ci accomuna e pertanto vi aspettiamo al nostro stand sito nell’Area Fantascienza e se verrete in divisa o in costume di uno dei molteplici alieni che compaiono nella saga creeremo assieme un po’ di colore movimentando la fiera. Un esempio: alle 17:01 di sabato e di domenica appuntamento a tutte le persone in costume Star Trek per girare tra gli stand e scattare una bella foto di gruppo.

Sabato 17 febbraio alle 13.30 incontreremo allo stand Alessio Cigliano (Kim, Spock del Kelvinverso, Nog) e David Chevalier (Spock in Strange New Worlds).

Domenica 18 febbraio alle 13.30 incontreremo Elena Casagrande, Silvia Califano e Eleonora Carlini, disegnatrici di varie serie di Star Trek per la IDW.

Vi aspettiamo.


Per informazioni sulla manifestazione https://www.nerdshow.it/

Ci ha lasciato Alfredo Castelli: ricordiamolo assieme

Una persona vulcanica e socievole al tempo stesso. Prolifero autore di millemila personaggi a fumetti, storico del fumetto, avrebbe dovuto far visita alla mostra a lui dedicata al PAFF di Pordenone tra qualche giorno, ma purtroppo mercoledì 7 febbraio 2024, dopo una lunga malattia che lo ha debilitato, Alfredo Castelli ci ha lasciato all’età di 76 anni.

Non ci dilunghiamo a raccontarne la carriera, anche perché non basterebbero pagine su pagine. Ci limitiamo a ricordarlo con un ricordo personale della sua partecipazione alla nostra convention nel 2012, a festeggiare con noi i 30 anni editoriali di Martin Mystere, sul palco con l’ormai inseparabile Carlo Recagno a cui vanno le nostre condoglianze per la perdita di un amico e a tutta la Sergio Bonelli Editore.

Tornò a trovarci nel 2015 per ricevere sul palco il premio Lisiero.

Buon viaggio tra le stelle, Alfredo.

Sei Saturn Awards a Star Trek!

Star Trek conquista Saturno! I “Premi Saturno”, naturalmente.


Il 4 Febbraio si è svolta, al LA Marriott Burbank Airport Hotel di Los Angeles, la cerimonia di consegna della cinquantunesima edizione dei Saturn Awards, che dal 1973 vengono assegnati annualmente dalla Academy of Science Fiction, Fantasy & Horror Films per le opere migliori di cinema, TV e home video. Il premio (noto anche come “Golden Scroll”) raffigura il pianeta Saturno racchiuso in un anello di pellicola, ed è considerato generalmente “L’Oscar della fantascienza”. Le varie serie di Star Trek hanno portato a casa un totale di SEI premi, dopo ben quindici nomination nelle varie categorie.

Tutti indicano Terry Matalas

Star Trek: Picard ha totalizzato ben quattro premi. La serie infatti si è aggiudicata l’ambita statuetta nella categoria “miglior serie televisiva di fantascienza”. A ritirare il premio è stato lo showrunner Terry Matalas, assieme al cast della serie quasi al completo (assenti giustificati Levar Burton e Jonathan Frakes, impegnati altrove).

Sir Patrick Stewart, Jonathan Frakes (contumace) e Jeri Ryan

Un’altra statuetta è stata consegnata a Sir Patrick Stewart, come miglior attore in una serie televisiva, mentre a Jonathan Frakes e Jeri Ryan sono stati assegnati i premi per, rispettivamente, miglior “supporting actor” e miglior “supporting actress”.

Paul Wesley nei panni di Kirk e con il suo Saturno

Anche Star Trek: Strange New Worlds ha avuto un premio, ritirato da Paul Wesley (tenente James T. Kirk) come migliore guest star.

Il cast di TNG con il “premio alla carriera”

Un altro Saturno è stato poi assegnato (e annunciato in anticipo) a Star Trek: The Next Generation, come “Special Lifetime Achievement Award”, per l’importanza del ruolo che la serie ha ricoperto nella storia della televisione. A ritirare il premio Patrick Stewart, Brent Spiner, Gates McFadden, Marina Sirtis, Michael Dorn e Wil Wheaton.


Un bel risultato, quindi, per la nostra saga preferita. Non possiamo che augurarci che il successo di Star Trek: Picard dia una ulteriore spinta per convincere la Paramount a dare via libera a Star Trek: Legacy, la nuova serie che ne costituirebbe il seguito, e che Matalas ha sempre detto di voler realizzare.
Ricordiamo che il 17-18-19 Maggio 2024 Terry Matalas sarà alla StarCon 2024, a Bellaria, assieme a Todd Stashwick (capitano Shaw) e molti altri ospiti.


Un nuovo film nel Kelvinverso?

Secondo il sito Deadline, la Paramount ha intenzione di realizzare un nuovo film di Star Trek, affidandone la regia a Toby Haynes (giá regista di diversi episodi di “Andor”, “Doctor Who” e “Sherlock”, nonché di USS Callister, l’episodio di “Black Mirror” che omaggia proprio Star Trek) e la sceneggiatura a Seth Grahame-Smith (“The Batman Lego Movie”, “Dark Shadows “, “Abraham Lincoln: Vampire Hunter”). 

Dopo la parodia, Toby Haynes ora avrà l’opportunità di dirigere davvero Star Trek.

Il film sarà prodotto dalla Bad Robot di JJ Abrams, e tutto quello che si sa per ora della trama è che si tratterà di una “origin story” ambientata diversi anni prima del film del 2009 in cui Chris Pine e Zachary Quinto hanno interpretato per la prima volta i personaggi di Kirk e Spock.

Il che potrebbe voler dire che anche questa pellicola sarà ambientata nel Kelvinverso, ma per ora non ci sono conferme. 

Toby Haynes e Seth Grahame-Smith

Le stesse fonti che hanno riportato questa notizia dichiarano inoltre che il quarto film della saga, da anni nel limbo, è sempre in via di sviluppo, e anche per questo la notizia va doverosamente presa con il proverbiale granello di sale. 

Fonte: https://deadline.com/2024/01/andor-toby-haynes-star-trek-movie-seth-grahame-smith-writing-1235712646/

Picard vince agli Astra Awards, con Jeri e Terry.

L’8 gennaio, all’Hotel Biltmore di Los Angeles, si è tenuta la terza edizione degli Astra TV Awards (precedentemente noti come HCA Awards) assegnati dalla Hollywood Creative Alliance (precedentemente nota come Hollywood Critics Association, e prima ancora come Los Angeles Online Film Critics Society), associazione no-profit di critici cinematografici con sede in California. Star Trek: Picard era in gara con ben sette nomination, e Star Trek: Lower Decks con una. A portare a casa i premi, due, è stata Picard.

Jeri Ryan (Sette di Nove) ha vinto il premio come miglior attrice di supporto nella categoria streaming (ex aequo con Elizabeth Debicki di The Crown).

Terry Matalas (showrunner ed executive producer di Picard) si è visto invece assegnare il premio come miglior sceneggiatore sempre nello streaming (per “The Last Generation”, l’episodio finale della terza stagione della serie). Matalas aveva avuto una nomination anche come regista, mentre tra i candidati che non ce l’hanno fatta vi erano Patrick Stewart, Brent Spiner e Michelle Forbes. Lower Decks era candidata nella categoria serie animate in streaming; in lista anche Jack Quaid, ma per la serie The Boys).

Ricordiamo che Terry Matalas sarà nostro ospite alla StarCon 2024, che si terrà  dal 17 al 19 Maggio a Bellaria (per informazioni e prenotazioni: www.starconitalia.it)

Qui i discorsi di Jeri Ryan e di Terry Matalas:

Fonte: TrekMovie.com