StarCon Voi. La convention virtuale che mancava, ora c’è.

L’emergenza sanitaria ancora in corso ha portato il Comitato Organizzatore della StarCon Italia 2020 a posticiparla di un anno confermando tutti gli ospiti annunciati. La voglia di fare una convention negli stessi giorni in cui si sarebbe dovuta svolgere era talmente tanta che il C.O. ha messo in cantiere la prima convention virtuale italiana di fantascienza caratterizzata dagli stessi contenuti della StarCon cioè dibattiti, incontri scientifici, giochi, ospiti italiani e stranieri senza dimenticare la classica sfilata dei costumi: la StarCon Voi.

Non è stato semplice ma l’adesione entusiasta dei collaboratori della StarCon e degli ospiti ha portato da un evento pensato di poche ore per il sabato a una tre giorni da venerdì 22 maggio a domenica 24 maggio.

L’evento è stato trasmesso gratuitamente in diretta su Facebook e Youtube e proprio su questo sito, sul canale della StarCon è possibile rivedere tutta la convention che è stata seguitissima.

Per chi non l’ha vista e per chi la vuole rivedere con calma, di seguito le varie ‘giornate’ della convention.

Le prime chiacchiere per riscaldarsi.
Si incomincia sul serio.
La serata del sabato.
Gli interventi della domenica.

Gli appuntamenti che si ritenevano impossibili per una convention virtuale sono stati replicati appoggiandosi ad un’altra pagina facebook legata alla StarCon, Gruppo di sostegno psicologico post STARCON-STICCON-REUNION, che ha ospitato la bombolonata collettiva, i divanetti notturni per le chiacchiere in videochat e la cena di gala.

Divanetti fino a tarda notte per le classiche chiacchierate.

Accoglienza e commenti entusiasti lasciano sperare che non sarà l’unica StarCon virtuale perché come dice Picard nell’ultimo episodio di Star Trek: The Next Generation “…e il cielo come limite”.

Strange New Worlds: la nuova serie è realtà!

L’ avreste mai detto? A neanche 24 ore da quando avevamo dato la notizia in via ufficiosa, da prendere con un granello di sale, ecco arrivata la conferma ufficiale. Potete fare a meno del sale, adesso!

Proprio così: CBS All Access ha commissionato una nuova serie di Star Trek intitolata proprio Star Trek: Strange New Worlds (e non quindi Star Trek: Enterprise, che era ovviamente un titolo di lavorazione), ambientata sulla USS Enterprise nel periodo in cui la nave era sotto il comando del Capitano Christopher Pike, predecessore di James T. Kirk. In tutto e per tutto un “prequel” della serie classica!

La serie vedrà di nuovo Anson Mount nei panni del Capitano Pike, Ethan Peck in quelli del giovane tenente Spock e Rebecca Romijn nel ruolo del comandante Una, la Numero Uno, come avevamo già visto nella seconda stagione di Star Trek Discovery.
I tre personaggi sono comparsi inoltre in tre “corti” della serie Short Treks: “Q&A”, “Ask Not” e “The Trouble with Edward”.

Il primo episodio è già stato scritto da Akiva Goldsman, da un soggetto dello stesso Goldsman con Alex Kurtzman e Jenny Lumet. Goldsman, Kurtzman e Lumet saranno i produttori esecutivi assieme a Henry Alonso Myers, Heather Kadin, Rod Roddenberry e Trevor Roth. Aaron Baiers, Akela Cooper e Davy Perez saranno coproduttori esecutivi. Akiva Goldsman continuerà comunque a lavorare per Star Trek: Picard, rivestendo sempre il ruolo di produttore esecutivo. Strange New Worlds sarà prodotta da CBS Television Studios, Secret Hideout e Roddenberry Entertainment.

“I fan si sono innamorati subito di Anson Mount, Rebecca Romijn e Ethan Peck quando li hanno visti interpretare quegli iconici personaggi nella scorsa stagione di Star Trek: Discovery, ha detto Julie McNamara, Vicepresidente esecutivo e Direttore dei programmi di CBS All Access, “Questa serie sara’ una perfetta aggiunta al franchise, e porterà una nuova prospettiva e una nuova serie di avventure a Star Trek”.

Alex Kurtzman, il nuovo “grande uccello della galassia”, ha dichiarato: “Non scherzavamo quando avevamo detto che i fan hanno subito accolto a braccia aperte Pike, Numero Uno e Spock in Star Trek: Discovery. Questi iconici personaggi sono parte integrante della lunga storia di Star Trek, eppure conosciamo ancora molto poco delle loro avventure assieme. Con Akiva e Henry alla guida, l’ Enterprise sta per partire verso nuovi e straordinari viaggi.”
Akiva Goldsman ha aggiunto: “E’ un sogno che diventa realtà. E’ dai primi anni 70 che desideravo stare sul ponte della Enterprise. Sono onorato di far parte di questa nuova avventura, assieme ad Alex, Henry e il resto della squadra alla CBS”.

Nulla è ancora stato detto su quando esattamente la serie debutterà, la serie è appena stata messa in cantiere. Come sappiamo, c’è molta carne al fuoco nell’universo Trek, adesso, e quindi non ci resta che restare in attesa per ulteriori annunci e ulteriori sviluppi.
Una cosa è sicura: presto torneremo a sentire questa storica introduzione:
Spazio: ultima frontiera. Questi sono i viaggi della nave stellare Enterprise. La sua missione è quella di esplorare strani, nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita e di nuove civiltà… per arrivare coraggiosamente là dove nessuno è mai giunto prima!

Nuova serie con Pike? Incrociamo le dita.


Alex Kurtzman, l’attuale “grande uccello della galassia”, ha dichiarato qualche tempo fa che oltre alle serie in corso (Star Trek: Discovery e Star Trek: Picard) e a quelle già annunciate (Star Trek: Section 31 e Star Trek: Lower Decks, quest’ultima in animazione) ne esistono altre due (!) in cantiere. E’ possibile che una di queste sia un’altra serie animata, destinata a un pubblico giovane e in preparazione per Nickelodeon, dal titolo di Star Trek: Prodigy (non confermato, ma lasciato trapelare lo scorso Gennaio dal Wall Street Journal).

Quale sarebbe l’altra? Da diverso tempo circola un “rumor”, una voce, a proposito di una serie ambientata sulla USS Enterprise all’epoca del capitano Christopher Pike, e che contemplerebbe quindi il ritorno di Anson Mount nei panni di Pike, di Rebecca Romjin nel ruolo di Number One e con Ethan Peck a rivestire di nuovo i panni del giovane Spock.
Nulla è confermato ufficialmente, per ora sono soltanto voci, come quella che vorrebbe Jake Cannavale a interpretare il giovane James T. Kirk (che però all’epoca era a bordo della USS Farragut, quindi se la notizia è vera sarebbe solo una guest star, o tuttalpiù un ruolo ricorrente, non certo un membro regolare del cast), o una nuova giovane attrice nei panni di Uhura.
Ora, però, è emerso un dato interessante su Production Weekly, una rivista online destinata ai professionisti del mondo dello spettacolo, e che informa scrupolosamente sulle produzioni in via di sviluppo e realizzazione.
Nell’ultimo numero, datato 13 Maggio, nella lista delle serie TV in cantiere compare (oltre alla già nota Section 31) anche una nuova serie intitolata Star Trek: Enterprise (o, alternativamente, Star Trek: Strange New World).

Fino a una conferma da parte di CBS All Access, è ben lungi dall’essere una notizia ufficiale, e va doverosamente presa con il proverbiale granello di sale; in ogni caso quelli riportati sarebbero naturalmente titoli “di lavorazione”, quindi provvisori, e altrettanto naturalmente sappiamo benissimo che “Enterprise” era già il titolo della serie con Scott Bakula. Tuttavia, Production Weekly è una fonte solitamente affidabile, quindi…non ci resta che incrociare le dita e sperare nel futuro.
Sperare in nuovi, strani mondi, alla ricerca di nuove civiltà, fino ad andare coraggiosamente dove nessuno è mai giunto prima.

Star Trek New Visions 3/4 è disponibile on line

Un altro numero (stavolta doppio) del nuovo Star Trek New Visions è sbarcato in versione digitale per tutti i soci dello Star Trek Italian Club “Alberto Lisiero”.

La schermata su Calameo per la lettura della rivista digitale

Ai soci, per leggerlo, basta andare qui e selezionarlo. Per tutti è disponibile il promo cliccando qui.

Ricordiamo che a causa dell’emergenza sanitaria non abbiamo ancora spedito i numeri 1 e 2. Appena possibile riprenderemo le spedizioni della versione cartacea.

Arriva il nuovo numero di Star Trek New Visions e per i primi due numeri…

Stiamo per distribuire la copia digitale del numero 3/4 di Star Trek New Visions. Con l’occasione, da domani 3 maggio 2020, i numeri 1 e 2 tornano ad essere leggibili solo dai soci dello STIC-AL. Correte quindi a leggerli o a scaricarli prima che vengano ‘occultati’ come la Defiant.

Il numero 3/4 lo potrete leggere solo associandovi allo STIC-AL.

Ricordiamo a tutti i soci che la versione cartacea verrà distribuita appena possibile, a causa dell’emergenza Coronavirus.

Georgiou e Dax assieme? Si può fare!

E’ prevista per il 23 Luglio l’uscita di Die Standing, il settimo romanzo di Star Trek: Discovery, che racconta come l’ex imperatore dell’Impero Terrestre dell’Universo dello Specchio Philippa Georgiou è diventata un agente operativo della Sezione 31.

Ambientata tra la prima e la seconda stagione della serie televisiva, la storia mostra una Georgiou divisa tra il cercare a ogni costo di ricostruire il suo perduto Impero e intraprendere una nuova vita, e forse potremo avere un’idea di come sarà Star Trek: Sezione 31, il nuovo spin-off già annunciato con protagonista Michelle Yeoh.
Le sorprese non sono finite: nella vicenda ha un ruolo di primo piano anche Emony Dax, il terzo ospite del simbionte Dax che abbiamo conosciuto in Deep Space Nine nelle successive incarnazioni di Jadzia e di Ezri.

Ecco intanto il riassunto della quarta di copertina:
“In tutta la storia nessuno ha perso tanto come Philippa Georgiou, sovrana dell’Impero Terrestre. Costretta a prendere rifugio nell’universo della Federazione, Philippa prende tempo finchè la Sezione 31, il servizio segreto della Flotta Stellare, le offre di diventare un loro agente. Naturalmente non ha intenzione di mettersi agli ordini di nessuno: il suo unico scopo è fuggire.
Ma quando una giovane Trill, Emony Dax, scopre una potente minaccia interstellare, Georgiou comprende che si tratta di una superarma che le era sfuggita nel suo universo. Sorvegliata da una squadra inviata da una Federazione che non si fida di lei, l’ex imperatrice raggiunge una regione proibita ai viaggiatori. Ma quello che troverà porrà fine alla minaccia, o darà modo all’”Agente Georgiou” di ricreare il suo impero?”

L’autore è John Jackson Miller, che ha già scritto The Enterprise war, il romanzo che racconta cosa hanno fatto Pike e la Enterprise durante la guerra con i klingon.

Discovery Stagione 3 – Alcune indiscrezioni

Sappiamo già che il debutto della terza stagione di Star Trek Discovery non ha ancora una data, a causa dell’emergenza Covid-19 tuttora in corso. Infatti, malgrado le riprese si siano concluse prima del lockdown, la post-produzione sta subendo rallentamenti, e non è possibile ancora fare previsioni.
Il sito TrekReport, però, ha pubblicato alcuni dettagli su quelli che potrebbero essere i primi sette episodi.
In attesa di conferme o smentite, prendiamoli quindi con un granello di sale.

Episodio 1: “That Hope Is You”
Diretto da: Olatunde Osunsanmi
Scritto da: Michelle Paradise, Jenny Lumet & Alex Kurtzman

Episodio 2: Forget Me Not
Diretto da: Olatunde Osunsanmi
Scritto da: Alan McElroy, Chris Silvestri & Anthony Maranville

Episodio 3: Scavengers
Diretto da: Jonathan Frakes
Scritto da: Anne Cofell Saunders

Episodio 4: Unification III
Diretto da: Hanelle Culpepper
Scritto da: Kirsten Beyers

Episodio 5: Terra Firma, Part 1
Diretto da: Maja Vrvilo
Sceneggiatura di: Alan McElroy
Soggetto di: Bo Yeon Kim, Erika Lippoldt & Alan McElroy

Episodio 6: Terra Firma, Part 2
Diretto da: Douglas Aarniokoski
Sceneggiatura di: Kalinda Vazquez
Soggetto di: Bo Yeon Kim, Erika Lippoldt & Alan McElroy

Episodio 7: The Sanctuary
Diretto da: Jon Dudkowski
Scritto da: Kenneth Lin & Brandon A. Schulz

Salta all’occhio subito il titolo del quarto episodio, “Unification III”, che ci fa inevitabilmente pensare all’episodio doppio della quinta stagione di Star Trek: The Next Generation, “Unification” (“Il segreto di Spock”), parti I e II. Che si tratti di un seguito, almeno a livello tematico?
https://trek.report/news/new-updates-on-discovery-season-3/

Picard a proposito del Coronavirus

Questa settimana “Vulture”, la sezione cultura e spettacolo della versione web della rivista “New York Magazine”, ha chiesto a numerose personalità del mondo della televisione: “Come scrivereste un episodio sull’emergenza Coronavirus?”. La risposta non si è fatta mancare, e ben 37 tra producer, showrunner e sceneggiatori hanno provato a immaginare i loro personaggi in mezzo alla situazione che nella vita reale sta oggi coinvolgendo il mondo intero. Fanno quindi i conti con la pandemia personaggi di serie come Riverdale, One Day at a Time, Frasier, Law ad Order: SVU e altre ancora…tra cui Star Trek: Picard.
Akiva Goldsman (co-creatore, executive producer e sceneggiatore) ha scritto un particolare “Diario del Capitano” (anzi, dell’Ammiraglio):

Diario dell’Ammiraglio. La quarantena prosegue. I sistemi essenziali continuano a cedere, e per quanto molti di noi siano abituati a lunghi periodi di isolamento, il divieto di contatti personali e l’impossibilità di lasciare la nave stanno cominciando a logorare anche i veterani. Le comunicazioni a distanza fioriscono, ma questo non fa altro che ricordarmi come nulla possa sostituire uno sguardo diretto rassicurante o un tocco amichevole. Tuttavia la capacità di adattarsi mostrata dall’equipaggio mi incoraggia molto. Malgrado i disagi, continuano tutti a lavorare ai loro posti; la produttività e la routine possono essere un eccellente balsamo per la paura. E di paura ce n’è, come potrebbe essere altrimenti? Stiamo affrontando un pericolo concreto, senza che per il momento sia prevista una fine. Ma questo non vuol dire che durerà in eterno. Al contrario, di sicuro questo periodo buio terminerà, così come è cominciato, e della paura resterà soltanto il ricordo. Sopravviveremo, diventeremo più forti, e forse saremo anche più consapevoli dei profondi legami che abbiamo sempre condiviso. E verrà il momento in cui questa nave tornerà alla sua missione, per navigare di nuovo assieme verso il futuro, luminoso e sconosciuto.

https://www.vulture.com/2020/04/if-i-wrote-a-coronavirus-episode.html

Informazioni sulla StarCon 2020

Buongiorno, come promesso siamo ad informarvi delle decisioni prese dal comitato organizzatore StarCon Italia 2020: a seguito dei recenti accadimenti relativi alla diffusione del Covid-19 (cosiddetto “Coronavirus”), stante la necessità da parte di Ultimo Avamposto e dello Star Trek Italian Club “Alberto Lisiero” di tutelare con ogni mezzo la sicurezza e la salute di tutti i partecipanti nonché degli ospiti, si è deciso di posticipare le date della manifestazione al prossimo anno ai giorni 20-21-22-23 Maggio 2021. Resta inteso che quanto già da voi versato sarà mantenuto valido per la StarCon 2021 e la nuova data per il saldo per chi ha già versato l’acconto è il 31 Marzo 2021.

Siamo certi che per l’attuale situazione delicata comprenderete le motivazioni della scelta e il nostro senso di responsabilità nei confronti di tutti, Partecipanti e Ospiti.

Vi terremo aggiornati sugli sviluppi dell’organizzazione e possiamo già affermare, come vedete nella nuova locandina, che gli ospiti hanno dato la loro disponibilità alla partecipazione nel 2021. Ovviamente ci stiamo muovendo per arricchire la manifestazione con altri ospiti.

Il Comitato Organizzatore StarCon Italia 2021


Il doppiaggio italiano di Star Trek: Picard

Completata la serie possiamo finalmente diffondere tutti i nomi legati al doppiaggio italiano di Star Trek: Picard, per il quale, come di consueto, lo Star Trek Italian Club “Alberto Lisiero” ha prestato la sua opera di supervisione. Da notare che la direttrice del doppiaggio, Stefanella Marrama, era già di casa nell’universo Trek in quanto voce italiana in Star Trek: Discovery del comandante Jett Reno.

Eccovi dunque tutte le voci italiane della serie:

Cast principale
Patrick Stewart (Jean-Luc Picard): Alessandro Rossi
Alison Pill (Agnes Jurati): Federica De Bortoli
Isa Briones (Dahj e Soji Asha / Sutra): Veronica Puccio
Evan Evagora (Elnor): Alessandro Campaiola
Michelle Hurd (Rafaella ‘Raffi’ Musiker): Emanuela Baroni
Santiago Cabrera (Cristóbal ‘Chris’ Rios): Gabriele Sabatini
Harry Treadaway (Narek): Daniele Giuliani
Jeri Ryan (Sette di Nove): Francesca Fiorentini

Voci aggiuntive
Brent Spiner (Data / Altan Inigo Soong): Marco Mete
Jonathan Frakes (William Riker): Giorgio Locuratolo
Marina Sirtis (Deanna Troi): Anna Rita Pasanisi
Jonathan Del Arco (Thug): Christian Iansante
Orla Brady (Laris): Tiziana Avarista
Jamie McShane (Zhaban): Stefano Brusa
Ann Magnuson (Ammiraglio Kirsten Clancy): Isabella Pasanisi
Tamlyn Tomita (Commodoro Oh): Laura Boccanera

Doppiaggio eseguito presso la Dubbing Brothers International Italia
Direzione di doppiaggio: Stefanella Marrama
Assistente al doppiaggio: Giorgia Brusatori
Fonico: Alberto Severini
Adattamenti: Carlotta Cosolo
Supervisione: Marcello Rossi dello Star Trek Italian Club “Alberto Lisiero”

In uno dei prossimi numeri della rivista dello STIC-AL potrete leggere un resoconto dettagliato delle lavorazioni dietro le quinte.