Grandi eroi in taglia piccola…

Cari amici collezionisti e non solo, grandi novità giungono da oltre oceano, e stavolta non parliamo delle miniature delle nostre astronavi preferite, ma bensì delle Action Figure e Action Doll (ma il termine è riduttivo) dei nostri beniamini.

Ebbene si, la EXO-6 annuncia la prossima produzione di personaggi appartenenti alla nostra saga preferita, ma ambientata nel Kelvin Universe; troveremo Kirk, Spock, McCoy e Nero del film Star Trek del 2009, ma sono apparse anche immagini dei prototipi riguardanti Scotty, Chekov, Spock Prime (Leonard Nimoy), Keenser e una versione di Spock con la sua tuta protettiva vista in Into Darkness Star Trek. Queste Action Figures saranno alte circa 12 cm, tutte snodabili e riccamente rifinite.

Ma non è finita qui, la novità più succulenta riguarda le Action Doll (modelli più grandi, circa 30 cm) ispirate a Star Trek: Strange New Worlds. Saranno infatti disponibili il capitano Pike, il tenente Spock, il primo ufficiale Una Chin-Riley, l’infermiera Christine Chapel e il tenente La’an Noonien-Singh, ma sono anche state annunciate anche Uhura, M’Benga e Ortegas. Tutte le Action Doll di questa serie saranno molto dettagliate sia per i visi che per l’abbigliamento e gli accessori.

Le prime informazioni parlano della possibilità di prenotare queste meraviglie nel corso dell’anno, in modo da consegnarle ai fortunati possessori all’inizio del 2024.

Ma ecco in tutto il loro splendore alcune immagini:

(Prototipi)
(Prototipo)
(Prototipo)

Reunion XIX – nuove date e il primo ospite!

Ebbene si cominciamo a parlare di Reunion, l’appuntamento invernale con lo Star Trek Italian Club “Alberto Lisiero”, la fantascienza e i protagonisti di chi lavora davanti e dietro la cinepresa,
la location che ci ospita è sempre il bellissimo Hotel Mediterraneo nella stupenda cittadina di Riccione,
ma ATTENZIONE! cambiano le date che diventano
25-26 Novembre 2023.


Cogliamo l’ occasione per presentarvi anche la prima gradita ospite Silvia Califano
artista, disegnatrice e altro ancora legato al mondo del comics.

Al Nerd Show di Bologna abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere
e adesso sarà in nostra compagnia per parlarci un po’ di lei.


Di seguito il link alla sua intervista LINK

La scheda di prenotazione sarà disponibile a breve,
per altre informazioni www.reunionitalia.it

Astronavi belle e dove trovarle…

In questa rovente estate poteva mancare l’appuntamento con le novità in casa Master Replicas? Direi proprio di no.

Amici collezionisti, quindi, l’appuntamento è fissato per Venerdì 28 Luglio sempre intorno alle ore 22,00 (in Italia) sul sito della Master Replicas.

Ma entriamo nel dettaglio di quello che troverete, e mi raccomando… siate dei buoni Ferengi e fate in fretta.

Dall’universo di Star Trek:

Armored U.S.S. Voyager

Borg Cube

Borg Queen’s Ship

Borg Sphere

Cardassian Hideki Class

I.S.S. Enterprise NCC-1701 (MIRROR UNIVERSE)

Klingon D-5-class Battle Cruiser

NX-Alpha

Orion Scout Ship

Romulan Science Vessel

The Fesarius

U.S.S. Enterprise NCC-1701-C (Ambassador Class)

U.S.S. Enterprise NCC-1701-D

U.S.S. Excelsior NCC-2000

U.S.S. Excelsior Nilo Rodis Concept I

U.S.S. Prometheus NX-59650

Le Navette:

Type-6 Shuttlecraft Goddard (from “Relics”)

Le uscite speciali:

Regula I Station (Star Trek II: The Wrath of Khan)

Star Trek: Picard Pin Badge Set

Le Astronavi questa volta in formato medio:

U.S.S. Cerritos — PREVIOUSLY UNRELEASED (Disponibili circa 1.300 pezzi)

U.S.S. Nog NCC-325070 (Eisenberg Class)

U.S.S. Titan NCC-80102 (Luna Class) LOWER DECKS

U.S.S. Toussaint NCC-87111

U.S.S. Zheng He

La Sirena

Narek’s Snakehead

Romulan Bird-of-Prey (STAR TREK: PICARD)

Romulan Vessel

Seven of Nine’s Fenris Ranger Ship

Spazio! Abbiamo bisogno di spazio…

Cari amici collezionisti, eccoci nuovamente qui per annunciare un nuovo appuntamento con le uscite della Master Replicas, ma attenzione, questa volta l’appuntamento è fissato per Giovedì 13 luglio.

Questa settimana sarà dedicata alle Navette che in precedenza (ai tempi della Eaglemoss) erano uscite in gruppi di quattro, ora invece saranno singole. Un’altra chicca invece, sarà la l’Enterprise NX-01, ma in versione Refit (vedi foto).

Ma ecco nel dettaglio, l’elenco che troverete sul sito della Master Replicas a partire da Giovedì 13 luglio dalle ore 22,00 (in Italia) e ricordatevi che non saranno disponibili per sempre, quindi puntante la sveglia e buona caccia.

Dall’universo di Star Trek:

V’Ger

Worker Bee

U.S.S. Enterprise NCC-1701-C (Ambassador Class)

The Baxial (Neelix’s Ship)

Kazon Raider

Enterprise NX-01

Enterprise NX-01 Refit

Klingon D4 battle cruiser (John Eaves concept)

U.S.S. Vengeance (Kelvin Timeline)

U.S.S. T’Plana-Hath (Engle class)

U.S.S. Edison NCC-1683

Klingon Cleave Ship

The Festoon (Baron Grimes’ ship)

Le Navette:

NX Shuttlepod 1

Type-11 Shuttle

Workbee

Shuttle Set 4: Kelvin Timeline (Passenger, Medevac, Transport e Warrant shuttles)

Le uscite speciali:

Dedication Plaque: U.S.S. Enterprise NCC-1701-A

Dedication Plaque: U.S.S. Enterprise NCC-1701-D

STAR TREK Designing Starships Deep Space 9 and Beyond

Le Astronavi in grande formato:

Nebula Class (U.S.S. Bonchune)

U.S.S. Prometheus NX-59650

Da Star Trek On Line:

I.K.S. Mat’ha

U.S.S. Edison NCC-95160 (Temporal Warship)

Tholian Recluse

C.U.V. Damar

U.S.S. Concorde NCC-94500 (Command Battlecruiser)

Manny Coto, showrunner della quarta stagione di STAR TREK: ENTERPRISE, morto a 62 anni

Oggi abbiamo una triste notizia da comunicare: Manny Coto, showrunner di Star Trek: Enterprise, è morto all’età di 62 anni.

Coto, deceduto il 9 luglio dopo una lunga battaglia contro il cancro al pancreas (come riportato Variety), si era unito alla serie prequel di Star Trek durante la sua terza stagione e avrebbe scritto o co-scritto 14 episodi della seconda metà di Enterprise. Nel 2004, ha assunto il ruolo di showrunner per gestire la serie nella sua quarta, ultima e, secondo alcuni, più riuscita stagione.

Dopo aver lasciato Star Trek, Coto è diventato un membro creativo integrante di diverse serie televisive di alto profilo, tra cui 24 e 24: Legacy della Fox e American Horror Story della FX. Ha anche creato Odyssey 5 di Showtime e Next per Fox.

La scrittura di Star Trek: Enterprise di Manny Coto è iniziata con l’emozionante episodio della terza stagione “Similitudini”, quando un clone di Trip Tucker (Connor Trinneer) è cresciuto fino a diventare senziente per poi essere usato come donatore di organi per salvare l’ingegnere della NX-01 durante la crisi degli Xindi.

L’elenco completo dei crediti di Star Trek: Enterprise è il seguente:

“Similitudini”
“Il dominio prescelto”
“Il messaggero” (sceneggiatura)”Azati Primo”
“Il Consiglio degli Xindi”
“Nuovo fronte temporale (prima parte)” e ” Nuovo fronte temporale (seconda parte)”
“Fragile alleanza” (scritto con Judith e Garfield Reeves-Stevens)
“Gli Aenar” (credito per la storia)
“Virus letale” (storia accreditata)
“Le schiave di Orione” (storia)
“In uno specchio oscuro (seconda parte)” (storia accreditata)
“Demoni”
“Lotta per la Terra” (scritto con Judith e Garfield Reeves-Stevens)

Le nostre condoglianze vanno alla moglie e ai quattro figli, agli altri familiari e amici e ai colleghi di Star Trek: Enterprise.

Testo tradotto e adattato dall’originale su Trek Core.

Trek IT! su Amazon Prime Video

Trek IT! il documentario che racconta la storia dello STIC-AL e del fandom italiano di Star Trek è ora disponibile sulla piattaforma di Amazon Prime Video. In altre parole sulla stessa piattaforma su cui sono stati resi disponibili i nuovi episodi di Picard, Lower Decks e (con un piccolo extra) Discovery e Strange New Worlds, ora è presente anche il “nostro” documentario.

Contrariamente alla versione andata in onda su Rai 4 e disponibile fino allo scorso dicembre anche su RaiPlay, questa è la versione integrale del documentario, con 24 minuti di scene aggiunte. Fino ad oggi la versione integrale di Trek IT! era disponibile esclusivamente in DVD, in un’ottima edizione ricca di contenuti extra, ma comunque a definizione standard.

Questa quindi è la prima volta che il documentario è disponibile in versione integrale in full HD.

Lo trovate a questo link: buona visione!

Master Replicas… lo stai facendo bene!

Amici Collezionisti, oramai possiamo considerare un appuntamento settimanale l’aggiornamento delle nuove uscite della Master Replias, infatti da qualche settimana giungono succulenti notizie.

Questo Venerdì (07/07/2023) sarà tutto dedicato alle Navette apparse nelle varie serie, ma anche qualche Astronave e un paio di libri, uno dedicato a Star Trek: Voyager e un altro dedicato alle navi della Flotta Sellare del periodo 2251-2293.

Ecco alla fine dell’articolo, nel dettaglio tutto ciò che troverete on line da Venerdì.

Ricordatevi sempre che tutti i modelli saranno disponibili in quantità limitate e quindi potrebbero esaurirsi in fretta, con il rischio che non vengano più prodotte.

L’appuntamento come sempre per gli utenti Italiani è fissato sul sito della Master Replicas, indicativamente dalle ore 22:00 (ora italiana) di Venerdì 7 luglio.

Dall’universo di Star Trek:

The Fesarius

Cardassian Hideki Class

Cheyenne Class (U.S.S. Ahwahnee)

U.S.S. Buran

Klingon Qoj class

U.S.S. Hiawatha

Section 31 Stealth Ship

U.S.S. Kelvin (Kelvin Timeline)

Deep Space 9

Kobayashi Maru

Klingon Sarcophagus Ship

Le Navette:

Executive Shuttle NAR-25820

NX Shuttlepod 1

Type-15 Shuttle

Le uscite speciali, ma questa volta cartacee:

U.S.S. Voyager Illustrated Handbook

Star Trek Shipyards: Starfleet 2251-2293

Le Astronavi in grande formato:

U.S.S. Enterprise NCC-1701

U.S.S. Enterprise NCC-1701-E

La Sirena

La Master Replicas continua a viziarci.

Cari amici Collezionisti, pronti a ricevere un’altra bella notizia… una piccola precisazione prima di aggiornarvi, vi consigliamo di fare un po’ di spazio nelle vostre teche, ne avrete bisogno.

Questo Venerdì (30/06) la Master Replicas sul suo store on line, lancerà altre novità Eaglemoss della serie Star Trek Official Starships Collection e quella più particolare sarà la USS Jubayr di classe Courage del 32° secolo apparsa in Star Trek: Discovery, tra l’altro questo modellino in base alle notizie raccolte, fu uno degli ultimi ad essere prodotti prima della chiusura della produzione da parte della Eaglemoss.

Come sempre, tutti i modelli di cui vi abbiamo parlato e parleremo in futuro, saranno disponibili in quantità limitate e potrebbero non essere più disponibili in futuro, insomma bisogna essere velocissimi per cercare di accaparrarsele.

L’appuntamento è fissato sul sito della Master Replicas, indicativamente dalle ore 22:00 (ora italiana) di Venerdì 30 giugno.

Ed ecco in tutto il suo splendore, l’elenco completo, corredato da qualche foto, delle prossime uscite:

Dall’universo di Star Trek:

Courage-class U.S.S. Jubayr (PREVIOUSLY UNRELEASED)

U.S.S. Defiant NX-74205

U.S.S. Enterprise NCC-1701 (The Original Series)

U.S.S Enterprise NCC-1701 (Star Trek: The Motion Picture)

I.S.S. Enterprise NX-01 (Mirror Universe)

U.S.S. Bonaventure

Deep Space 9 (regular size)

Reman Warbird Scimitar

Da Star Trek On Line:

U.S.S. Avenger

U.S.S. Europa

U.S.S. Gagarin

R.R.W. Aelahl

R.R.W. Vastam

I.K.S. Bortasqu’

I.K.S. Mogh

Jem’Hadar Vanguard Carrier

Le uscite speciali:

U.S.S. Voyager Dedication Plaque

U.S.S. Franklin Dedication Plaque

Star Trek: The Next Generation Chibi Pin badge set

Le Astronavi in grande formato:

U.S.S. Enterprise NCC-1701-D (“All Good Things” Future Version)

Walker-class U.S.S. Shenzhou

Oberth-class USS Pegasus

U.S.S. Discovery NCC-1031-A (Season 4 Refit)

Enterprise NX-01

STAR TREK: PRODIGY cancellato prima della seconda stagione, la serie animata sarà rimossa da Paramount+ entro pochi giorni

Un nuovo articolo pubblicato oggi da Variety ha scosso la comunità dei fandom di Star Trek: secondo l’agenzia, infatti, la serie animata Star Trek: Prodigy non solo è stata cancellata prima dell’annunciata seconda stagione, ma sarà anche rimossa completamente da Paramount+ e Nickelodeon.

Il vecchio annuncio…

Il resoconto di Variety:

The Game, Grease: Rise of the Pink Ladies, Star Trek: Prodigy e Queen of the Universe sono stati cancellati da Paramount+. Inoltre, tutti e quattro gli show saranno rimossi dal servizio di streaming nei prossimi giorni.

Le serie Paramount+ Grease: Rise of the Pink Ladies, Star Trek: Prodigy, Queen of the Universe e The Game hanno terminato la loro corsa su Paramount+ e non torneranno sul servizio di streaming, ha dichiarato un portavoce di Paramount+. “Vogliamo estendere i nostri ringraziamenti al cast e alla troupe di enorme talento e ai nostri partner produttori per il loro lavoro appassionato e la loro dedizione a questi programmi, e auguriamo loro il meglio per i loro futuri impegni”.

La cancellazione di Star Trek: Prodigy, la prima serie animata per bambini dell’universo di Star Trek, arriva nonostante il rinnovo per una seconda stagione nel 2021. Secondo una persona a conoscenza della situazione, sebbene lo show sia andato in onda su Nickelodeon oltre che su Paramount+, non tornerà nemmeno su Nickelodeon.

I responsabili dello show completeranno la post-produzione della seconda stagione e poi i CBS Studios saranno liberi di venderla ad altri canali.

Prodigy e gli altri show di Paramount+ che verranno ritirati nei prossimi giorni – proprio così, spariranno in pochi giorni – sono solo le ultime di una serie di operazioni di revisione da parte di un media d’intrattenimento quasi senza precedenti, dopo una serie di ‘sparizioni’ di alto profilo dalla libreria di streaming di Max (ex HBO Max).

Oggi abbiamo contattato Paramount+ e abbiamo ricevuto questa dichiarazione sul destino di Prodigy:

Star Trek: Prodigy non tornerà per la seconda stagione precedentemente annunciata. A nome di tutti i dipendenti di Paramount+, Nickelodeon e CBS Studios, vogliamo ringraziare Kevin e Dan Hageman, Ben Hibon, Alex Kurtzman e il team di Secret Hideout, insieme al fantastico cast e alla troupe per il duro lavoro e la dedizione con cui hanno dato vita alla serie.

Prodigy ha completato la sua prima stagione nell’arco di due anni, con 10 episodi a partire dall’autunno 2021 e una seconda decina nel 2022. La seconda stagione di Prodigy, composta da 20 episodi, avrebbe dovuto debuttare su Paramount+ alla fine del 2023, con dieci episodi seguiti da una seconda serie di dieci episodi alla fine del 2024.

Fortunatamente per il futuro dello show, la post-produzione dei venti episodi della seconda stagione sarà completata, segno che Paramount+ ritiene che Prodigy possa trovare una nuova casa senza troppe difficoltà.

Poiché la notizia è stata appena diffusa, non si sa ancora dove approderà la serie animata, se finirà su qualche altro canale di streaming. Nel frattempo, i primi dieci episodi di Star Trek: Prodigy possono essere acquistati in Blu-ray region-free.

Tradotto e adattato da un articolo apparso su TrekCore

Da IDW Picard all’Accademia della Flotta

Di Jean-Luc Picard abbiamo seguito le vicende durante i sette anni di Star Trek: The Next Generation, e più di recente i tre anni di Star Trek: Picard ci hanno dato modo di gettare uno sguardo sulla vita da anziano dell’ammiraglio. Nel corso degli anni, in entrambe le serie, ci è stato proposto qualche spezzone della sua vita giovanile: qualche scena in Picard sull’infanzia un po’ tormentata; un assaggio dell’esperienza a bordo della Stargazer e qualche breve accenno alla giovinezza scapestrata in TNG.

Ma grazie alla nuova serie Star Trek: Picard’s Academy, la IDW ci porterà a vedere più da vicino un periodo poco trattato, ossia la vita all’Accademia della Flotta Stellare. A parte il legame con il giardiniere Boothby, legame che del resto qualsiasi cadetto adduce a sé, poco altro si sa della formazione nella Flotta del giovane Jean-Luc.

IDW aveva già gettato un piccolo sguardo in quel periodo con il fumetto, in albo unico, Star Trek: The Next Generation – IDW 2020 (di cui potete leggere una recensione nell’inside 199) che raccontava una delle prime missioni di Picard come capitano della Stargazer, quindi comunque una ambientazione di qualche anno successiva a quella che intende trattare adesso.

Ma sentiamo cosa ha detto a TrekMovie lo sceneggiatore della serie, Sam Maggs, già autore di uno dei racconti di Waypoint (altra miniserie IDW di cui abbiamo parlato negli Inside 191 e 199):

“Stiamo vivendo una rinascita per Star Trek, e come fan sono sempre onorato e felicissimo di poter contribuire a un universo che per me ha significato così tanto e per così tanto tempo. The Next Generation è stata il mio primo contatto con Star Trek e ho sempre voluto saperne di più su come è nato il Jean-Luc che tutti conosciamo e rispettiamo; abbiamo visto scorci della sua infanzia e della sua prima età adulta, ma cosa ha davvero forgiato il nostro leader amante dell’Earl Grey nell’uomo che abbiamo visto in Picard? Con l’aiuto dei fantastici team della IDW e della Paramount, è stato un vero piacere addentrarsi nella psiche di uno studente dell’Accademia sottoposto a così tante pressioni e con così tanti problemi personali che ne oscurano il passato. E poi, andiamo: un Picard adolescente e figo, con i suoi capelli fantastici? Il suo strambo gruppo di amici? Il dramma adolescenziale dell’Accademia della Flotta Stellare? Ci sto eccome! Ma al di là di tutto questo: abbiamo bisogno di storie sugli elementi costitutivi della Flotta Stellare (l’amore, l’accettazione e la famiglia ritrovata) oggi più che mai, e spero che Picard’s Academy sia emozionante per i lettori come lo è stato per me scriverlo!”

Ma di cosa parlerà Star Trek: Picard’s Academy?

IDW Publishing ha fornito la seguente sinossi: “Prima di diventare il migliore della Federazione, Jean-Luc era un normale studente dell’Accademia della Flotta Stellare con lo sguardo rivolto alle stelle. La sua strada era tracciata: sbaragliare i suoi compagni di classe nel famigerato esame di Manovra Evasiva e diplomarsi in anticipo. Ma c’è un dettaglio che il cadetto Picard non aveva considerato nel suo piano: l’esame era un progetto di gruppo e per avere una possibilità di superarlo avrebbe dovuto fare amicizia con… persone. Dopotutto, le navi stellari della Federazione non sono gestite da un unico gruppo“.

Insomma se l’ultima serie Academy di IDW edita nel 2015 si svolgeva nell’universo Kelvin, questa è incentrata su un Jean-Luc Picard “fresco e adolescente” nell’universo Prime. Come abbiamo letto, parte della storia intreccerà parti di ciò che già conosciamo di Jean-Luc, presumibilmente il trauma infantile dalla seconda stagione di Picard, così come tutto ciò che abbiamo appreso durante vari episodi di TNG, in particolare “Una seconda opportunità”. Chissà se rivedremo Boothby o se verrà chiarito qualcosa del rapporto tra Picard e il professor Galen. Insomma, c’è un mondo di cose da scoprire su uno dei personaggi più affascinanti dell’universo Trek.

In vista del lancio da parte di Paramount+ della nuova serie Starfleet Academy. Star Trek: Picard’s Academy #1 sarà in vendita a settembre, e chissà che prima o poi non arrivi anche in Italia.

Da molti anni IDW ha un rapporto privilegiato con l’Italia. Anche questa serie, infatti, vedrà un’artista italiana sui disegni: Ornella Greco, che speriamo di incontrare ed intervistare quanto prima.

Fonti inside Star Trek Magazine, TrekMovie e Daily Star Trek News