E dopo la StarCon, ritroviamoci alla Imperial Garden-Con a Galliera Veneta

Come già detto alla riunione col direttivo dello STIC-AL alla StarCon, ultimamente abbiamo cercato di essere un po’ più presenti alle fiere del fumetto e simili in base alla vicinanza geografica di chi può andare ad allestire un banchetto in rappresentanza del club. E mentre state ancora commentando la StarCon sui vari social, vi diamo un nuovo appuntamento sabato 2 e domenica 3 giugno a Galliera Veneta (PD) alla Imperial Garden-Con.

Publiée par La tana del Nerd Official sur mercredi 21 février 2018

Leggiamo dalla pagina facebook della manifestazione: “La Proloco di Galliera Veneta , in accordo con la TNO – La tana del Nerd Official, è lieta di presentarvi il rinnovato appuntamento con il raduno de: La festa di primavera in Cosplay, che da quest’anno diventerà una Fiera-Con a tutti gli effetti, diamo quindi il benvenuto all’: IMPERIAL GARDEN-CON la fiera del fumetto, con lo spirito di un raduno.
L’evento è completamente GRATUITO ad entrata LIBERA.
Non mancate quindi alla quinta edizione del Raduno a Galliera, da quest’anno, prima Fiera-Convention-food nel territorio veneto.”

La domenica ci sarà un dibattito tra lo STIC-AL e il gruppo Star Wars Cosplay Treviso sulle due saghe di fantascienza più seguite e famose. Sempre dalla pagina facebook: “CONFERENZA/DIBATTITO
CHI SARA’ IL VERO LEADER DELLA GALASSIA?
Due gruppi a confronto: Star Wars Cosplay Treviso e STIC – Star Trek Italian Club per determinare chi sarà il degno governante sulla galassia (per alcuni lontana lontana, per altri raggiungibile a curvatura).
Un confronto moderato dal nostro fedelissimo Kristian Anderson Cosplay e con la presenza del BoSs, vi invitiamo a non perdervi questo scontro all’ultima libbra di sapere, perché la forza scorre potente augurando lunga vita e prosperità.
Computer: iniziamo”

Vi aspettiamo quindi al Parco Villa Cappello detta Imperiale in via Roma 184 a Galliera Veneta sabato dalle 10 alle 24 e domenica dalle 10 alle 22. Per i dettagli visitate la pagina facebook della manifestazione.

 

StarCon 2018 – Giorno 3

Buona domenica a tutti da Chianciano. Vi parla…yaaaawn! Non so chi vi parla stamattina, ho ancora sonno e non so più chi sono. La StarCon è bella, ma è stressante: i panel con gli ospiti, giochi, proiezioni, conferenze, documentari…come dite? Se sono stressato per tutte queste cose? Ah, ma io mica le faccio tutte, io sto in albergo a dormire. No, lo stress è per le attività del “dopo festival”, sui divanetti dell’hotel: bomboloni alla crema, panini al salame, birra gelata e rutto libero! Ragazzi, c’ho ormai una certa età, non posso mica sopportare questi ritmi di vita a lungo, eh!
In ogni caso, il sabato è stato come sempre il giorno “clou” della convention (e prima o poi scoprirò cosa vuol dire “clou”). Abbiamo avuto due graditi ritorni: John DeLancie, assieme alla moglie Marnie Mosiman, e poi il doppiatore Fabrizio Pucci.

Paolo Attivissimo e  Q

 

Fabrizio “The Voice” Pucci.

 

Ma questo è l’anno di Star Trek: Discovery, e le vere rivelazioni sono state la bellissima Rekha Sharma e l’affascinante (per le signore; a me non dice proprio nulla, ma tutti i gusti son gusti) Jason Isaacs. Entrambi molto spigliati, molto divertenti, hanno tenuto il pubblico letteralmente nel palmo della mano (Rekha, io terrei te nel palmo della mia mano! Sigh!).

La bellissima Rekha Sharma. Chi nan cade subito ai suoi piedi deve avere proprio un bidone della spazzatura al posto del…beh, no, non proprio del cuore.

Jason Isaacs incontra il suo “alter ego”, cioè la sua voce italiana: il doppiatore Fabrizio Pucci.

E le signore impazziscono…

 

Per la Starcon Comics invece abbiamo avuto Emiliano Mammucari, co-creatore di “Orfani” la prima serie a colori della Sergio Bonelli Editore, che si è anche aggiudicato il premio “Alberto Lisiero” per la diffusione della fantascienza. E poi, come di consueto…
…Zzzzzzzz….
EH? Già le sette? Pina, caffè e pantofole! Filini mi viene a prendere tra breve…
Oh…scusate. Stavamo dicendo?
Ah, sì, gli avvenimenti della serata: la grande, strana serata della Starcon, presentata come di consueto dallo strano Marco Pesaresi (nelle strane vesti del dottor Strange) e dall’ancor più strano Nicola Vianello (nelle vesti di se stesso).

Strano ma Vero: Marco e Nicola.

La “platinum” ha vinto le Manovre di Flotta.

 

 

Una delle due Imperatrici e le due Tardis!

De Gheim of Trons…più qualche infiltrato.

La Next Generation dello Stic: stanno venendo su bene!

Premiazioni dei concorsi Stic e Yavin, e poi quello che tutti attendiamo con impazienza. Il momento di alto spettacolo che tutti attendiamo per un anno, il coronamento dei mesi di fatica e di lavoro di coloro che hanno ideato scenette e confezionato costumi. Il gruppo delle Moire ha fatto un rientro trionfale sulle scene per celebrare il compleanno della fondatrice, l’affascinante Daniela (auguri!), il gruppo della “Next generation” dello Stic ha invece sfilato nelle vesti dei personaggi di “Game of Thrones”. E come se tutto ciò non bastasse, abbiamo avuto due Tardis, due Imperatrici Georgiou e…una scenetta con Lawrence d’Arabia???
Tutto questo (e altro ancora) è StarCon. Capite cosa vi siete persi restando a casa? Capite perché…

Strane, inquietanti presenze…

Dimenticatevi il giovedì: Sabato gnocche!

Le due imperatrici incoronate ex-aequo a furor di popolo: anche Mattarella è stato d’accordo.

 

No comment!

DRRRIIINNN
Pronto? Oh, questa è una buona notizia. Grazie.
Signori, vi comunico che Ilaria è stata trovata. Josè di Riccione la contatterà subito, non ha mai dimenticato quelle serate a Cesenatico di tanti anni fa, in compagnia di Orietta Berti e Franco Califano.

Come avrebbe detto Francesco Salvi al Drive In: Fighismo senza alcun limitismo!

 

Dicevo, tutto questo è StarCon. E la convention non è ancora finita: oggi, domenica, di nuovo incontro con gli ospiti di Discovery (Ah, Rekha, tu puoi ballarmi il mambo sulla schiena con i tacchi a spillo tutte le volte che vuoi!) e infine la cena di gala (non so se Gala è il nome della cuoca, ma sembra che faccia un sacco di cene ovunque, sarà molto ricercata).
Ci rivediamo con l’ultima puntata. Continuate a seguirci!

Carlo Recagno

StarCon 2018 – Giorno 2

Buongiorno a tutti, qui Chianciano, vi parla Nicoló Carosio, che vi prega di scusarlo per il ritardo. E’ sabato, e noi qui corriamo felici per i prati in fiore mangiando le mele. O meglio, ci muoviamo per il parco Fucoli in quesri spensierati giorni di inizio estate mangiando hot dog e panini con la porchetta, e bevendo birra. Queste sono le grandi innovazioni di questa edizione della StarCon Italia: convention all’aperto, in un grande parco, e un chiosco di barbecue subito fuori dal centro congressi. E siamo felici, malgrado…
DRRRIINNN
Scusate, il telefono. Pronto?…
“Salve, vorrei parlare con Ilaria”
“Temo che lei abbia sbagliato numero, qui non c’è nessuna Ilaria”
“Oh, mi scusi, mi scusi”
Dunque, stavo dicendo…siamo felici malgrado le file orrende al buffet per consumare i pasti e il fatto che quest’anno gli attori si possono fotografare solo per cinque minuti (e speriamo che questo sia soltanto un fastidioso incidente di percorso che non si ripeterà più). La StarCon prosegue e venerdì abbiamo avuto le prime cose interessanti, come la conferenza di Chiara Codecà su Harry Potter e quella di Paolo Attivissimo su “The Martian”. E poi l’asta di beneficenza, le lezioni di lingua klingon, e proiezioni a non finire. E ancora, l’assemblea sociale Stic, con il ponte di comando dello Stic (che il correttore automatico insiste a chiamare “ponte di carnevale”; oh, avrà le sue ragioni, eh!) al gran completo, che ha fatto il punto della situazione, con anche delle anticipazioni sul futuro del nostro club.

Tutti assieme sul palcoscenico! Il gruppo dirigente dello STIC-AL

Li riconoscete? Eccovi il gruppo dirigente dello STIC-AL

Per esempio, se volete venire alla prossima Reunion, a Riccione tenetevi liberi dal 9 all’11 novembre prossimo. Ma abbiamo avuto anche…
DRRRIINNN
Scusate, di nuovo il telefono
“Ilaria, sei tu?”
“No, qui non c’è nessuna Ilaria”
“Ne è sicuro?”
“Sicurissimo, e ora si levi dalle scatole, che devo finire il resoconto”
Dunque, abbiamo avuto anche ospiti illustri come Brian Muir, l’uomo che ha inventato la maschera di Darth Vader, e Claudia Wells, la prima Jennifer di “Ritorno al futuro”, che è ancora più gnocca di trenta anni fa.

 

Paolo con Claudia Wells…

…uno dei simboli viventi della gnoccaggine! Spero che prima o poi vorrà tornare dal futuro per venirci di nuovo a trovare.

 

E poi il gradito ritorno di un vecchio amico, che in passato è venuto a visitarci già altre volte: Robert Picardo, il dottore olografico di Voyager (la serie TV di Star Trek, non il programma di Giacobbo). Presentato come sempre con la traduzione simultanea, “Bob” si è mostrato ancora una volta un vero showman, che ha dominato il palcoscenico con i suoi aneddoti, in particolar modo quelli relativi al personaggio che ha interpretato in Stargate, da lui più volte definito come “stronzo grande” (Picardo non dimentica le sue origini italiane.
Insomma, voi che siete rimasti a casa, lo capite cosa …
DRRRRIIINNN
“Ilaria, amore mio! Senza di te non vivo più, non resisto! Ti prego, dimmi che posso venire subito a farti visita nel tuo pied-a-terre pieno di profumo di zagare e di atmosfere dannunziane, anche se non ho soldi…”
“EBBASTA, CRIBBIO! Ma chi (BEEP) è questa Ilaria? Volete smetterla di rompere, tutti quanti? Non ce l’avra’ mica d’oro, no? Vedete di andarvene tutti a (BEEP), brutti (BEEP) di un (BEEEP)! Qui non c’è nessuna Ilaria! Lo volete capire, bruttissime testacce di BEEEP)?”
Scusate, un piccolo sfogo. Dicevo, lo capite cosa vi siete persi, voi che siete rimasti a casa? Gli hot dog migliori del mondo, come non li avete mai mangiati! Non è un motivo più che sufficiente per venire a Chianciano, dove ci darem la mano? Un mio amico di Catania in forte crisi di malinconia ha mangiato un panino con la porchetta innaffiato da copiose dosi di weis bier, e cinque minuti dopo era di nuovo perfettamente riconciliato con l’universo e l’umanità tutta. Venite quindi anche voi a Chianciano, alla StarCon! Vi aspetta un cane caldo!

A domani, con Jason Isaacs, il capitano Lorca di Star Trek: Discovery.

DRRIIINNN!
Di nuovo? Eh, no, adesso mi sentono!
“Pronto, sono Ilaria. Qualcuno mi ha cercato?”
AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAARRRRRRRRRRRRRRRRGGGGGGGGGGGGHHHHHHHHHHHHHHHHH!!!!!!

Carlo Recagno

StarCon 2018 – Giorno 1

Felice giornata a tutti voi a casa! Qui è Francis il mulo parlante, che vi parla in diretta da Chianciano, dove vi accogliamo con il cuore in mano. La StarCon Italia 2018 è incominciata, e voi dove eravate? No, dico sul serio: dove cappero siete finiti? Perché non vi siete fatti vedere? Vi abbiamo aspettato, e voi niente! Ma come si fa, dico? Noi eravamo – e siamo tuttora – proprio qui, al Palamontepaschi del Parco Fucoli, alla più bella convention di fantascienza di sempre.

L’ingresso: la soglia per entrare in un altro mondo.

Fino a domenica potete unirvi a noi: non esitate, non rimandate, non sonnecchiate: è primavera, prendete l’auto, prendete il treno (sì, però dopo restituitelo), e venite qui anche voi, alla StarCon.
Venite qui, alla reception migliore di sempre ©, dove un gruppo di meravigliose fanciulle sono sempre presenti, con il solleone, con la pioggia battente, con il mare in tempesta (che non c’entra un tubo, ma mi piace l’immagine), pronte ad accogliervi, ad assistervi e a guidarvi amorevolmente; per voi questi fiori restano chiusi tra quattro mura senza mai assistere agli eventi della convention; ammettiamolo, queste semidee discese dal cielo da sole valgono il prezzo del biglietto d’ingresso. Voi vi avvicinerete all’ingresso confusi, dopo aver vagato errabondi e raminghi per la città alla ricerca del Palamontepaschi, e queste radiose creature porteranno la luce nella vostra vita (se avete pagato la bolletta), spiegandovi bene dove dovete andare (ma se siete scortesi, ve lo diranno sul serio); vi metteranno al polso un braccialetto di carta (la collana e l’anello magari l’anno prossimo) che sarà il vostro lasciapassare, e che non dovrete togliervi mai, neanche quando fate pesca subacquea. Ma soprattutto vi regaleranno un sorriso, che sarà la cosa più bella che vi porterete a casa dalla convention.
E al di là della porta d’ingresso scoprirete un nuovo mondo. Il mondo della fantascienza, un mondo fantastico aperto a tutti coloro che vogliono sognare, e vogliono farlo in compagnia. Noi abbiamo iniziato proprio ieri, eravamo in prima fila, e un giorno potremo dire ai nostri nipoti: “Io c’ero. Voi, non so”.

Tutti assieme appassionatamente: l’inaugurazione.

Noi abbiamo assistito all’ingresso sul palcoscenico dei responsabili dei club e delle associazioni che organizzano tutto l’ambaradan. E soprattutto abbiamo assistito all’inaugurazione del modellino in scala QUASI 1:1 di una navetta della U.S.S. Enterprise, da parte di Gabriella Cordone: la navetta “Lisiero”, intitolata ad Alberto, lo scomparso fondatore dello Star Trek Italian Club, ma che è sempre con noi. Un lavoro grandissimo, che d’ora in poi ci accompagnerà sempre e che vedrete sul palcoscenico.

La navetta “Lisiero”. Per noi non c’è nome migliore per andare dove nessun fan è mai giunto prima.

 

E poi abbiamo subito dato il via alle danze: quest’anno è più di ogni altra cosa la convention di Star Trek Discovery, e c’è stato subito “L’antro di Lorca”, dibattito che ha visto il “duello” tra i rappresentanti più accesi delle opinioni pro e contro la serie (la stessa Gabriella e Angelo Strazzella).

 

Gabriella vs. Angelo: pro e contro Discovery.

 

La StarCon: diffidate dalle imitazioni!

 

Visto cosa vi perdete? Cosa aspettate, venite a Chianciano!

E abbiamo iniziato subito anche con giochi e proiezioni, tutto per prendere velocità, ed entrare nel vivo della convention più bella di sempre ©, tra Star Trek, Star Wars, Doctor Who e Stargate. A proposito di Star Wars, alla sera alcuni di noi hanno fatto una sortita per recarsi in un multisala della zona ad assistere a “Solo”, il nuovo film ambientato nell’universo di George Lucas. Era solo, ma noi no: eravamo in compagnia, in gran divertimento.
L’unica nota stonata è che quando siamo rientrati in albergo abbiamo scoperto che chi era rimasto aveva già dato il via alla consueta orgia di bomboloni alla crema, lasciandoci poco o niente. Visto cosa succede ad andare al cinema a vedere Star Wars? Ma ci rifaremo, oh, se ci rifaremo. La StarCon è appena iniziata, e i bomboloni torneranno. No bomboloni, no party! E chi parte? Noi siamo qua.

A domani, e questa volta fatevi vedere, perdindirindina! Vi aspettiamo alla StarCon. Ricordatevi: Meglio StarCon che StarSenza (bomboloni). Ciao!

 

Carlo Recagno

StarCon 2018 – Si incomincia!

L’ingresso del Palamontepaschi di notte. Suggestivo, vero?

 

E’ tempo di far festa
E’ tempo di sognar
E qui la nostra StarCon
Sta per incominciar!

E’ l’ora di truccarsi
Andiamo a lavorar
Tiriamo giu’ il sipario
Che c’e’ la StarCon da far!

Buongiorno a tutti, qui è Kermit il ranocchio che vi parla. Come sapete, non è facile essere verde, ma ho trovato un luogo dove ci sono persone verdi come me. E’ la StarCon Italia 2018 di Chianciano Terme, dove per quattro giorni a partire da oggi transiteranno alieni verdi, rossi, blu, e chi più ne ha più ne metta.

La sala del Palamontepaschi in allestimento.

 

Abbiamo lavorato sino a tarda notte perchè tutto fosse a posto.

Siamo pronti, stiamo per incominciare, l’attesa è finita, abbiamo lavorato fino a tutta questa mattina per allestire tutto quanto, e oggi è il gran giorno. Tudei is de dei!

 

Si lavora e si fatica per il pane e per la f…antascienza!

Si incomincia oggi alle 15:30, e resterete stupiti dai luoghi della convention, tutti da scoprire. Sì, ho detto luoghi, plurale, perché non c’è solo il Palamontepaschi, ma entrambi i parchi gemelli di Chianciano (Fucoli e Acqua Santa) saranno disseminati di luoghi della StarCon. Per questo vi invitiamo a studiarvi bene la piantina che troverete nel programma che vi verrà dato all’ingresso, in modo da non perdervi nulla, e soprattutto da non perdervi nel parco (nel caso, manderemo un san bernardo andoriano a cercarvi).
Cosa aspettate, allora? Venite a Chianciano! Venite a quel paese!

Il Tardis non puo’ mancare! Allons-y! Geronimooo! 

 

Ma soprattutto non puo’ mancare lui, al banco Stic. Alberto è sempre con noi!

 

Per scrivere il diario
Hanno chiamato me
Ed è con vera gioia
Che vi dirò chi c’e’

E ve lo dirò, infatti,  a partire da domani. Da domani incominciano i resoconti. Sempre qui in esclusiva per Star Trek News, sul sito dello Star Trek Italian Club “Alberto Lisiero”.  Stesso bat-canale. Restate sintonizzati. Yeeeeehhh!!!

Carlo Recagno

Starcon 2018 Report – Meno uno!

Buongiorno a tutti. Ci siamo quasi. Voi, che partirete domani, voi che siete già partiti, voi che oggi state per mettervi in cammino (ma molto meglio il treno o l’automobile, credetemi), sappiate che stiamo lavorando per voi (ma anche per noi, eh!), e siamo quasi pronti. La Starcon sta arrivando, e vi aspettiamo a Chianciano Terme. Stessa località della scorsa edizione, ma nuova “lochescion”: come sapete, si tratta del Parco Fucoli, dove si trova il Palamontepaschi, e altro ancora.

Il Parco Fucoli di Chianciano, con il Palamomtepaschi (foto: Gabriella Rizzo).

C’è una nuova frontiera da esplorare, non siete ansiosi di fare questa nuova “Discovery”? (Ah! Ah). Domani si incomincia, e potrete seguire la Starcon qui, su questa pagina, grazie al vostro umile cronista che si farà in quattro per voi, raccontandovi tutto giorgio per giorgio (no, non è il T9, “giorgio per giorgio” è una citazione degli Squallor, noi persone di mezza età li abbiamo sempre nel cuore), e che in questo momento si trova sul Frecciarossa, diretto come una freccia (appunto) verso le colline toscane (maremma bonina!). Grazie a me sarà proprio come se foste qui anche voi. Però, scusate, ma non sarebbe meglio se foste davvero qui anche voi? Non volete vivere la Starcon in prima persona? E allora saltate sul treno (o forse è meglio di no, se vi mettete a saltare sul treno poi i controllori vi redarguiscono: salite sul treno, invece), salite in macchina. Insomma, mettetevi in moto, o in auto, come preferite. Anche il monopattino, se vi va, ma attenti in autostrada. Venite, vi aspettiamo!

L’ingresso del Palamontepaschi (foto: Nicola Vianello).

Alla StarCon 2018 parleremo di Harry Potter con Chiara Codecà

Della presenza di Lucius Malfoy (Jason Isaacs) ormai siete a conoscenza ma della conferenza preparata appositamente per il pubblico della StarCon 2018 sulla saga di Harry Potter che compare tra il fitto programma della Convention, ve ne diamo conto con gioia.

Alla cattedra salirà Chiara Codecà che svilupperà il tema come dalla sinossi di seguito riportata: “Harry Potter ha compiuto vent’anni eppure offre ancora molto da scoprire, continuando a conquistare nuovi lettori e nuovi fan. Una chiacchierata per esplorare l’opera di J.K. Rowling, dalle edizioni internazionali dei libri a film e teatro, per capire come J.K. Rowling ha cambiato l’editoria per ragazzi finora e quale sarà il futuro di Harry domani.

Giornalista, traduttrice letteraria e consulente editoriale, Chiara Codecà vive a Pavia, lavora a Milano e ogni volta che può vola a Londra.
Scrive di editoria per ragazzi, crossmedia e di fan culture, studiando i contributi culturali e l’impatto dei fan sulle opere di cui sono appassionati. Esperta e appassionata di letteratura fantastica, è tra gli autori del saggio “Potterologia: Dieci as-saggi dell’universo di J.K Rowlings” e illustratrice de “L’incantesimo Harry Potter”. La sua nuova traduzione di “Orgoglio e Pregiudizio” è appena arrivata in libreria.

 

La Forza scorre potente in quest’uomo: Paolo Gulisano torna alla StarCon

Alla StarCon 2018 un graditissimo ritorno, quello di Paolo Gulisano.

Paolo Gulisano è nato a Milano nel 1959 e risiede a Lecco.
Medico di professione (è  laureato in Medicina e Chirurgia, specializzato in Igiene e Medicina Preventiva, cultore e docente di Storia della Medicina) e scrittore per passione, ha pubblicato una trentina di volumi in gran parte dedicati alla letteratura del fantastico: dai miti celtici alle leggende di Re Artù, da Peter Pan a Moby Dick, dalle Cronache di Narnia a Tolkien, di cui è considerato il massimo esperto in Italia e sul quale ha scritto diversi saggi. Il suo esordio come saggista fu nel 1996 con il volume Cristeros! (edizioni Il Cerchio), dedicato alla persecuzione dei cristiani in Messico negli anni venti. In seguito Gulisano ha dedicato a Tolkien alcune opere. Ha pubblicato inoltre volumi su Gilbert Keith Chesterton e Hilaire Belloc, sulla storia della Scozia, su quella dell’Irlanda e su san Colombano, oltre alla biografia di Clive Staples Lewis e dello scrittore vittoriano George MacDonald. Tra le altre sue opere, due volumi sulla storia della medicina: Pandemie, del 2006, e L’arte del guarire (2011). Nel 2011 ha esordito nella narrativa con il romanzo di fantastoria Il destino di padre Brown. Diversi dei suoi libri sono tradotti e pubblicati all’estero. Collabora con riviste e siti. Il suo blog è www.paologulisano.com

Vieni a incontrarlo alla StarCon 2018.

 

Gabriella Cordone Lisiero su Nathan Never

Il 16 Maggio esce il numero 33 della ristampa cronologica di Nathan Never in edicola con “La Gazzetta dello Sport” e “Il Corriere della Sera”. Oltre alla conclusione della “saga di Atlantide” (che vede come guest star Martin Mystère), il volume contiene il racconto “Hadija”, un momento storico nella vita dell’agente speciale Alfa, poiché introduce il personaggio che da il nome alla storia, e che più avanti ricoprirà un ruolo fondamentale nella vita di Nathan.
Per noi il racconto – disegnato da Ivan Calcaterra (e originariamente pubblicato nel numero 66 della serie di Sergio Bonelli Editore) – riveste un’importanza particolare, in quanto è stato scritto nientemeno che da Alberto Lisiero e Gabriella Cordone. E il volume è corredato infatti da una intervista alla nostra Gabriella, la quale racconta alcuni dei “dietro le quinte” di quell’albo.
Potete portare la vostra copia a Chianciano e farvela autografare direttamente da lei durante la Starcon Italia 2018 (perché verrete alla Starcon, nevvero? Non vorrete certo mancare!).

StarCon 2018: arrivano le tariffe light

La StarCon continua a svolgere il suo compito aggregativo per tutti e lancia le tariffe light. Per le giornate di sabato e domenica sarà possibile accedere a soli 20 euro.

Controllate tutti i dettagli nella scheda light e leggete le specifiche in fondo alla pagina del sito.

Adesso non ci sono più scuse per non passare a trovarci.