Primo ospite scientifico della StarCon 2018: Edvige Corbelli

Passata la Pasqua arrivano nuove notizie dalla StarCon con l’annuncio del primo ospite scientifico e della conferenza che lo vedrà coinvolto.

Si tratta di Edvige Corbelli dall’INAF-Osservatorio Astrofisico di Arcetri, Firenze, che terrà la conferenza dal titolo “Visualizzare l’invisibile”. Non tutto ciò che è nell’Universo emette o assorbe luce. In questo incontro verranno presentate le evidenze di materia oscura partendo dai principi fisici e dalle osservazioni più recenti del cosmo.

Edvige Corbelli ha frequentato i corsi di specializzazione in astrofisica alla Cornell University (USA) e dal 1991 è astronomo all’INAF-Osservatorio Astrofisico di Arcetri dove si occupa prevalentemente di formazione stellare e materia oscura nelle galassie. A questi argomenti ha dedicato numerosi articoli apparsi su riviste specialistiche.
Svolge anche attività di divulgazione scientifica soprattutto rivolta ai giovani, per arricchirne le conoscenze, avvicinarli al mondo della ricerca e stimolarne la curiosità.

Per gli orari della conferenza consultate il programma in via di definizione al sito della StarCon.

 

Sarà di Ennio Morricone la colonna sonora dello Star Trek di Tarantino

Le aspettative degli appassionati della saga creata da Gene Roddenberry  erano ben risposte nelle mani di Quentin Tarantino dopo l’annuncio che il prossimo film di Star Trek sarebbe stato diretto dell’iconico regista:  chissà se porterà con sé il Maestro?

Naturalmente dove c’é scritto Maestro dovete leggere Ennio Morricone, il grande compositore italiano che ha collaborato alle colonne sonore di molti film famosi.

Ebbene il regista ed il Maestro lavoreranno di nuovo assieme al progetto che per il momento è intitolato Star Trek IV ma che già da alcune indiscrezioni sembra sarà il ritorno al cinema dell’Universo Primario e dei protagonisti di TNG, DS9 e VOY.

Tarantino ha dichiarato “Sono contento che il Maestro Morricone abbia accettato la mia proposta di comporre la musica del nuovo Star Trek. Metteremo il sale sulla coda a Williams e al suo Star Wars.”.

Da parte sua il Maestro si è già messo all’opera per un nuovo tema klingon.

Le date di uscita del film nei vari paesi verranno aggiornate su questo calendario.

 

Una voce per Lorca: Fabrizio Pucci alla StarCon 2018

Dopo aver incontrato i partecipanti della Reunion 2017, non poteva mancare alla StarCon 2018 la voce del capitano Lorca, Fabrizio Pucci.

Fabrizio Pucci (Roma, 1º gennaio 1957) è un attore, doppiatore, dialoghista e direttore del doppiaggio italiano.

In un’intervista ha rivelato di essere nato il 31 dicembre 1956, ma è stato registrato il giorno successivo. È noto soprattutto per essere la voce ufficiale di Hugh Jackman, per aver prestato la voce a Brendan Fraser nella maggior parte dei suoi film, oltre che ai personaggi di Garfield nel primo doppiaggio dell’omonima serie, Joe il Condor in La battaglia dei pianeti e Troy McClure ne I Simpson.
Tra gli altri attori doppiati figurano Hugh Grant, Tim Curry, Willem Dafoe, Russell Crowe.
Fabrizio Pucci ha doppiato anche Christopher Eccleston nella serie TV Doctor Who e Chris Potter e Robert Gant in Queer as Folk.
Offre la sua interpretazione in vari sceneggiati italiani tra cui L’isola del tesoro (versione fantascientifica di Antonio Margheriti), Caro maestro e Una donna per amico. Fa la sua comparsa anche nella soap opera Centovetrine.
Nel 2008 ha sostituito Claudio Capone, dopo la sua prematura scomparsa, nel doppiaggio di Ronn Moss nella soap opera Beautiful, ma a sua volta dal 2014 dopo il recast del personaggio viene sostituito da Massimo Rossi.
Doppia, tra il 2008 ed il 2009, Jeff Goldblum, che interpreta il ruolo del detective Zachary Nicols, nell’8ª e 9ª stagione di Law & Order: Criminal Intent.


Nel 2009 ha sostituito Luca Ward nel doppiaggio di Alexander Mahone personaggio della serie televisiva Prison Break, interpretato da William Fichtner, ed è stato impegnato nel doppiaggio di Miguel Prado, personaggio della serie televisiva Dexter, interpretato da Jimmy Smits.
Sempre nel 2009 ha doppiato nel film Up il rotweiler Beta.
Nel 2010, dopo A Beautiful Mind, torna a doppiare Russell Crowe nel film Robin Hood di Ridley Scott, causa la non disponibilità all’epoca di Luca Ward. Nel 2014 ritorna a doppiare lo stesso attore per il film Noah di Darren Aronofsky.
Nel 2011 ha vinto il premio “Leggio d’oro voce telefilm”.
Nel 2012 doppia il personaggio di William Miles, padre del protagonista Desmond Miles della popolare saga di videogiochi Assassin’s Creed. Sempre nello stesso anno doppia Richard Armitage che interpreta Thorin Scudodiquercia nel film Lo Hobbit – Un viaggio inaspettato e gli anni successivi nei suoi seguiti Lo Hobbit – La desolazione di Smaug e Lo Hobbit – La battaglia delle cinque armate.
Nel 2013 si è occupato con Alessandro Serafini dell’adattamento e regia teatrale di My fair Lady, interpretando anche il ruolo del professor Higgins.
Vincitore del premio per i dialoghi italiani – Sezione cinema al Festival “Voci nell’Ombra” 2017 per il film Manchester by the Sea.

Fotomontaggio di Giovanni Del Matto

 

Ex marito della doppiatrice Giuppy Izzo dalla quale ha avuto una figlia, Nike Francesca, anch’ella doppiatrice, ed è il padre di Ginevra, doppiatrice anche lei. È sposato con l’attrice e doppiatrice Marina Guadagno, con la quale porta a teatro dal 20 marzo 2018 Ti amo, Maria! di Giuseppe Manfridi dove oltre ad esserne interprete ne cura la regia.

Foto di Sebastiano Vianello

Fabrizio sarà presente sabato 26 e domenica 27 maggio 2018. Venite ad incontrarlo o meglio, a sentirlo.

 

StarCon 2018: si aggiunge un ospite dall’Italia, Emiliano Mammucari

Mentre ancora non si sono spenti i clamori per gli ultimi ospiti stranieri annunciati, il comitato organizzatore ha comunicato la presenza alla StarCon 2018 di un ospite italiano, Emiliano Mammucari, disegnatore, scrittore e illustratore.

Emiliano inizia a fare fumetti nel 1998, con una graphic novel dal titolo Povero Pinocchio, edita da Montego, casa editrice che ha contribuito a creare. In seguito, tra le altre cose, ha realizzato il primo numero di John Doe (Eura editoriale), per poi iniziare la collaborazione con la Sergio Bonelli Editore: Napoleone, Jan Dix e Caravan sono le serie a cui ha collaborato. Di quest’ultima ha curato anche le copertine.

Nel 2011 ha pubblicato il libro Lezioni spirituali per giovani fumettari.

Nell’ottobre del 2013 porta in edicola Orfani, la prima serie mensile a colori della Sergio Bonelli Editore della quale disegna anche il numero 1, il 12, e il primo numero 1 di Orfani: Ringo, serie di cui è anche copertinista. Con Orfani: Terra, arco narrativo del 2017, passa anche alla scrittura.

Suoi sono anche i disegni de La nuova alba dei morti viventi, rivisitazione del primo celebre numero di Dylan Dog.

http://www.sergiobonelli.it/news/emiliano-mammucari/9547/Emiliano-Mammucari.html

Sul sito della StarCon sono disponibili le schede di iscrizione alla manifestazione.

 

Prossimi incontri con lo STIC-AL

Mentre chiudono i cancelli di Cartoomics 2018 dove lo STIC-AL era presente per accogliervi nell’universo di Star Trek, ecco di seguito altre fiere ed altre date dove potrete venire a trovarci di persona.

Bassano Comix & Discomania organizzata da La Tana del Nerd, si svolge il 17 e 18 marzo a Bassano del Grappa presso Bassano Expo in Via Valsugana 22 e lo STIC-AL sarà presente solo domenica 18 dalle ore 10.

Saremo anche a Vicenza al Vicomix, organizzato da Fiere del Fumetto, il 21 e 22 aprile dalle 10 alle 19 presso la Fiera di Vicenza in Via della oreficeria 16.

Poster by Oskar

Pronti per questo prequel di StarCon?

 

Starcon 2018: Il mio nome è Lorca…capitano Gabriel Lorca!

Ed ecco che arriva la notizia tanto attesa. All’annuncio di Mary Chieffo avevano urlato di gioia i maschietti, ma, in ossequio alla par condicio,  oggi  tocca alle gentili fanciulle fangirleggiare!
Rullo di tamburi, madames et messieurs! Les jeux sont faits! Non c’è trucco, non c’è inganno, carta vince, carta perde… l’ospite principale della Starcon Italia 2018 è…
…Jason Isaacs!!
Proprio così, il misterioso capitano Gabriel Lorca della USS Discovery (nonchè quel mangiamorte di Lucius Malfoy) sarà con noi a Chianciano Sabato 26 e Domenica 27 Maggio.
E poi non dite che non vi vogliamo bene!

Jason Isaacs è un attore e doppiatore inglese nato a Liverpool il 6 Giugno del 1963, terzo di quattro figli. I suoi genitori sono entrambi ebrei dell’Europa dell’Ovest e attualmente vivono in Israele. Da adolescente, dopo che la sua famiglia si era trasferita a Londra, ha subito atti di antisemitismo, quali percosse e danneggiamenti alle finestre di casa, in particolare nel 1979.
Seguendo le orme dei suoi fratelli, rispettivamente diventati dottore, avvocato e commercialista, Jason ha studiato legge all’Università di Bristol dal 1982 al 1985, ma durante la sua permanenza ha finito per farsi coinvolgere maggiormente dalle attività del club teatrale dell’università. In quel periodo Isaacs ha diretto e interpretato ruoli in oltre 30 produzioni, recitando al Fringe Festival di Edimburgo per ben tre volte. Dopo il diploma all’Università di Bristol ha immediatamente frequentato la Central School of Speech and Drama e vi si è diplomato nel 1989.
Conclusi i suoi studi di recitazione, Isaacs ha iniziato quasi subito a lavorare, sia in teatro che in televisione. Uno dei suoi primi ruoli importanti è stato nella serie Capital City, seguito da ruoli minori in telefilm quali Taggart, L’ispettore Morse e Highlander.
In teatro, invece, Jason ha dimostrato la sua versatilità interpretando il ruolo di un impiegato ebreo gay, molto emotivo, nell’opera Angels in America: A Gay Fantasia on National Themes, di Tony Kushner, nel 1993, al Royal National Theatre.
Il suo primo ruolo cinematografico importante è stato accanto a Laurence Fishburne nel film di fantascienza/horror Punto di non ritorno (1997). Subito dopo ha recitato nel film Armageddon accanto a Bruce Willis (1998), dove inizialmente avrebbe dovuto avere un ruolo principale, ma finì per ricoprirne uno più piccolo (quello di uno scienziato salvatore del pianeta), poiché nello stesso periodo aveva già preso accordi per un altro ruolo nella commedia/thriller Divorcing Jack.
Nel 1999 ha interpretato la parte di un prete, a fianco di Julianne Moore e Ralph Fiennes, nell’adattamento di Neil Jordan di Fine di una storia di Graham Greene.


Ma il successo internazionale Jason lo ha raggiunto quando è stato scelto per interpretare il sadico colonnello William Tavington ne Il patriota (2000), l’epico film di Roland Emmerich sulla guerra di indipendenza americana, nel quale ha recitato insieme a Mel Gibson e Heath Ledger. Per non restare legato al ruolo del cattivo, l’anno successivo Isaacs volle interpretare il ruolo di una Drag Queen in Sweet November – Dolce novembre (2001), una commedia romantica con Charlize Theron e Keanu Reeves.
Isaacs è apparso in numerosi film, tra cui Dragonheart (1996), Black Hawk Down (2001) e il Peter Pan (2003) di P. J. Hogan, nel quale interpreta il doppio ruolo di Capitan Uncino e George Darling; ma la sua più famosa interpretazione resta quella di Lucius Malfoy nella saga di Harry Potter.
Isaacs è apparso anche nelle serie televisive West Wing – Tutti gli uomini del Presidente e Brotherhood – Legami di sangue. Nel 2010 presta la voce a Satana, l’antagonista del videogioco “Castlevania: Lords of Shadow” e a personaggi vari di numerosi altri cartoni animati e videogames.
Nel 2012 è il protagonista della serie televisiva Awake, nel 2015 ottiene il ruolo principale nella serie drammatica Dig, dove interpreta un agente dell’FBI che indaga sull’assassinio di un archeologo. Nel 2016 recita nel ruolo del Dottor Hunter Aloysius “Hap” Percy in The OA.
Nel 2017 Jason Isaacs veste i panni del capitano Gabriel Lorca nella più recente iterazione della saga ideata da Gene Roddenberry,  Star Trek: Discovery. Il suo debutto avviene nel terzo episodio, “Il contesto è per i re”.
Mentre frequentava la Central School of Speech and Drama Jason ha conosciuto la produttrice di film e documentari della BBC Emma Hewitt, che è diventata sua moglie nel 1988. La coppia ha due figlie: Lily (nata il 23 marzo del 2002) e Ruby (nata il 25 agosto del 2005).

Mary Chieffo: una (nuova) Klingon alla StarCon 2018

Un annuncio da parte del Comitato Organizzatore della StarCon 2018 (Chianciano Terme dal 24 al 27 maggio 2018): l’attrice Mary Chieffo, interprete della Klingon L’Rell nella nuova serie Star Trek: Discovery si unisce alla collega Rekha Sharma, interprete della comandante Ellen Landry._

Mary Chieffo è un’attrice statunitense, figlia degli attori caratteristi Beth Grant e Michael Chieffo.

Mary ha sempre desiderato esibirsi, sua madre racconta spesso del suo debutto all’età di tre anni nel ruolo della “bambina addormentata” nel corto diretto da Sandra Bullock, “Making Sandwiches” (1988), mostrato per la prima volta al pubblico al Sundance Film Festival.
Diplomatasi nel 2015 alla Julliard – Divisione Teatrale, la Chieffo è stata la prima allieva ad avere avuto un retaggio nella scuola. Suo padre infatti si era diplomato nella stessa Divisione. Durante gli anni da studente, Mary ha ricevuto il premio Elisabeth Smith per Voce e Discorso e il premio Saint Denis per Performance di grande rilievo e Leadership drammatica.


Mary Chieffo recita moltissimo in teatro. Femminista dichiarata e indomita, ha ottenuto numerosi ruoli da donna forte e anche molti ruoli maschili in opere di Shakespeare di impronta canonica. Ha interpretato Cleopatra in Antonio e Cleopatra, la regina Dionisa in Pericle, Principe di Tiro, Dora Squarcialenzuola in Enrico IV parte II, Lear in Re Lear e la Regina Elisabetta in Riccardo III, ma il momento culminante della sua carriera shakespeariana è stata la rappresentazione di una versione completamente al femminile di Macbeth, nella quale Mary era protagonista.
Nel 2015, dopo essere stata Jago in un Otello tutto al femminile, messo in scena per l’Harlem Shakespeare Festival, Mary si è dedicata allo sviluppo di una miniserie intitolata Operation Othello, ambientata ai giorni nostri nell’ambiente dei Navy Seals americani, per la JuVee Productions.
Mary Chieffo ha recitato in numerosi film indipendenti, quali Natural Disasters (2008), Herpes Boy (2009), Miss Dial (2013), Odyssea (2013) e Shelby’s Vacation (2017); e ancora, nel TV movie del Disney Channel   Jack and Janet Save the Planet.


Nel 2017-2018 ha interpretato il ruolo di L’Rell, una guerriera klingon, in Star Trek: Discovery. La Chieffo che ha iniziato a guardare Star Trek: Deep Space Nine per studiare i Klingon, ha poi finito con l’innamorarsi della serie. Ha dichiarato infatti di apprezzare moltissimo i personaggi femminili forti che vi compaiono (in particolare la sua preferita è la klingon Grilka), di adorare le sfumature offerte dalla serie ai personaggi e il modo in cui si sviluppa ed evolve, inoltre ha ammesso di avere una piccola cotta per Odo.
La Chieffo è anche una bravissima cantante, con un’estensione vocale di cinque ottave, e ha recitato in molti musical. Il suo sogno nel cassetto è interpretare il ruolo di Gesù in Jesus Christ Superstar.
Ha giocato a calcio per dieci anni e studia danza moderna (metodo Martha Graham) dall’età di tre anni. Nel 2012 ha scoperto di avere una grande passione per il Vinyasa Flow Yoga e adesso lo pratica giornalmente, utilizzandolo anche per affinare le sue tecniche di recitazione.

 

Arriva in Italia il bestseller di Paul Ruditis: Il libro di Star Trek

In oltre 300 pagine tutto quello che c’è da sapere sui personaggi della Flotta Stellare, sull’Universo conosciuto, sulle tecnologie, sugli alleati e sui nemici.

Arriva in tutte le librerie italiane il libro che non può mancare nello scaffale del vero fan di Star Trek. Una guida completa che presenta tutti i personaggi della Flotta Stellare, le spiegazioni approfondite sulle tecnologie, la presentazione completa di tutti i volti dei nemici e degli alleati e un viaggio nei mondi sconosciuti.
Il libro di Star Trek – Strani nuovi mondi coraggiosamente raccontati” (Edizioni Lswr) di Paul Ruditis risponde a tutte le domande dei veri appassionati, riassumendo oltre 50 anni di avventure con una ricca iconografia, con fotografie degli oggetti di scena, con citazioni e fermi immagine, per rivivere i momenti più emozionanti.

Il volume di oltre 300 pagine esplora tutto quello che un vero appassionato può desiderare sapere e risponde a qualsiasi domanda: chi era il capitano della prima nave stellare Enterprise? In quale quadrante della galassia si trova il pianeta Terra? E che cosa può andare storto con i triboli? A questo e a molto altro riesce a rispondere l’autore, che ha creato una vera e propria “bibbia” di Star Trek.

I CONTENUTI

Il libro si apre con un’ampia introduzione, ricca di foto tratte dai film e che accompagna il lettore nell’Universo Conosciuto e presenta i Quadranti Alfa, Beta, Gamma e Delta. All’interno si trova anche la presentazione, per esempio, della Federazione Unita dei Pianeti, dei Vulcaniani, dell’Impero Andoriano, dei Tellariti, dei Viaggi nel tempo e delle Realtà Alternative.

Il primo capitolo dedica ampio spazio (quasi 200 pagine) alla presentazione della Flotta Stellare, con dettagliate schede dedicate innanzi tutto all’Accademia, alla Sezione 31 e all’Enterprise Nx-01, per passare poi ai personaggi e ai volti che hanno fatto la storia di Star Trek. Jonathan Archer, T’Pol, Charles “Trip” Tucker e Malcolm Reed, Trevis Mayweather sono solo alcuni dei nomi a cui vengono dedicate pagine che presentano la loro evoluzione, la loro biografia, il loro vissuto.

Il secondo capitolo si concentra invece sui personaggi che fanno parte della schiera di alleati e di nemici della Federazione: si comincia con i Bajoriani, i Maquis e l’Alleanza Ferengi per passare, tra gli altri, a una rassegna sugli imperi.

Per gli appassionati di scienza, il terzo capitolo soddisfa tutte le curiosità sul teletrasporto, sul comunicatore, sul traduttore universale e tutte le altre tecnologie all’avanguardia.

L’ultimo capitolo è dedicato alle Nuove civiltà: i Profeti, per esempio, o Il Viaggiatore, i Talosiani, il Guardiano dell’Eternità, per poi presentare quei luoghi in cui nessuno è mai giunto prima.

Completa il volume un glossario, il riepilogo di tutte le serie televisive (con i titoli degli episodi di tutte le stagioni) e di tutti i film (con l’elenco completo dei cast, dei registi e degli sceneggiatori).

L’AUTORE

Paul Ruditis è autore di oltre trenta libri dedicati a serie tv di successo, tra cui The Walking Dead, Buffy l’ammazzavampiri, Star Trek, Battlestar Galactica. Vive a Burbank, California.

IL LIBRO

Il libro di Star Trek
Strani nuovi mondi coraggiosamente raccontati
Edizioni Lswr, Febbraio 2018
336 pagine a colori, cartonato, 20,3 x 24,2 cm

Questo qui sopra è il comunicato stampa che le Edizioni Lswr ci hanno inviato al quale aggiungiamo alcune notizie importanti per tutti gli appassionati.

La traduzione dall’inglese è di Gabriella Cordone Lisiero, l’unica in grado di cogliere sfumature e citazioni avendo collaborato assieme ad Alberto Lisiero alle edizioni italiane dei telefilm a partire da Star Trek: The Next Generation sino a Star Trek: Discovery e  ai film, da quelli legati all’Enterprise-D sino agli ultimi del kelvinverso. La supervisione finale per l’edizione italiana è di Claudio Sonego e Nicola Vianello, consigliere e Presidente dello Star Trek Italian Club “Alberto Lisiero”.

Il libro ha un costo di 29,90 euro ma se lo comperate da Ultimo Avamposto potrete acquistarlo a prezzo scontato.

E non può mancare una manciata di pagine per apprezzare questo fantastico volume.

Estratto_STAR TREK_ita

Buona lettura.

 

Rekha Sharma alla StarCon 2018

Continuano gli annunci degli ospiti della StarCon 2018 (Chianciano Terme, 24-27 maggio 2018). Questa volta si tratta di un’attrice che ha lasciato la sua impronta in diverse opere di fantascienza: Rekha Sharma.

Rekha Shanti Sharma è un’attrice nata a Vancouver nella British Columbia in Canada. I suoi antenati sono originari dello stato dell’Uttar Pradesh, nel nord dell’India, che lasciarono durante la dominazione inglese. La sua famiglia ha vissuto a lungo alle isole Fiji, e in seguito i suoi genitori si sono trasferiti in Canada.  Ha un fratello, Sunil, di nove anni più vecchio. Il padre è un sacerdote induista.

Il suo primo incontro con la fantascienza risale alla sua infanzia, quando suo fratello maggiore gli fece vedere la serie classica di Star Trek, che le piacque moltissimo. Rekha racconta che tornava a casa e guardava le avventure dell’Enterprise tutti i giorni, bevendo latte e biscotti.

Rekha ha iniziato la sua carriera di attrice a circa 20 anni, ed è famosa principalmente per il ruolo di Tory Foster in Battlestar Galactica._

Di recente ha interpretato il personaggio del capo della sicurezza, comandante Ellen Landry, in Star Trek: Discovery – e la sua controparte nell’universo dello specchio – negli episodi Il contesto è per i re, Al coltello del macellaio non interessa il lamento dell’agnello e Il passato è il prologo. Il personaggio era stato originariamente scritto per un uomo, e si sarebbe dovuto chiamare Fred Smith. Rekha racconta che in una scena del copione originale, poi tagliata prima di essere girata, era previsto che il suo personaggio andasse a letto con Lorca. Era comunque una scena molto breve, che non aggiungeva nulla alla storia.

Prima di questo, Rekha è apparsa nel ruolo di Avi Samara nella fan series Star Trek Continues, nell’episodio Still Treads the Shadow.

Ha interpretato anche la parte dell’agente Salita Malik, una visitor sotto copertura, in otto episodi del rifacimento della serie di fantascienza V tra il 2009 e il 2011. Ed è stata la fredda e crudele Dr. Lorelei Tsing nella seconda stagione della serie post apocalittica The 100.

Oltre ad aver calcato la scena in teatro, negli ultimi 15 anni Rekha Sharma è apparsa in numerosi film e telefilm, soprattutto legati alla fantascienza e al fantastico, quali The Core (2003), Aliens vs. Predator 2 (2007), Qualcosa di speciale (2009), The Outer Limits, Dark Angel, Smallville, The Twilight Zone, CSI: Scena del crimine, Supernatural, Arrow, C’era una volta nel Paese delle Meraviglie e il già citato Star Trek Continues.

I suoi hobby includono la pittura e suonare lo sarangi, uno strumento musicale a corde tipico dell’India.

 

 

L’arte alla StarCon 2018: Gianluca Veggia

Gianluca Veggia, artista e scultore italiano, di origini foggiane, già noto nel web per le sue sculture sulla matita e grafite raffiguranti mini diorami fantascientifici e non, sarà presente alla prossima edizione 2018 della Starcon Italia, dove presenterà la scultura creata e donata all’attrice Claudia Wells (alias Jennifer Parker, Ritorno al futuro), che lo ha reso celebre nelle pagine mondiali dedicate alla saga. Questa scultura molto conosciuta per le sue svariate pubblicazioni, verrà esposta durante la convention presso il banco autografi della Wells.


Inoltre, saranno esposte alcune opere con box dedicati in limited edition, le cui foto sono state condivise su pagine fb di importanza mondiale quali ad esempio, Stan Winston School of Character.

pagina FB : @artsofgianlucaveggia

sito web ufficiale: www.gianlucaveggia.it